Cerca

No Tav, continuano le proteste

Bloccata la Torino-Bardonecchia

No Tav, continuano le proteste
Continuano le proteste dei No Tav in val di Susa. "Sono soltanto sondaggi mediatici, se per portare in valle una trivella devono militarizzare un’intera città hanno già perso". Alberto Perino, storico leader del movimento no Tav, commenta così l’avvio dei carotaggi propedeutici alla realizzazione della nuova linea ferroviaria in Valsusa. "Puntano ad abbatterci con l’immagine della trivella che scava. Noi, però, non ci arrendiamo, noi non cediamo".
Questa mattina, al presidio no Tav, davanti all’autoporto di Susa, si sono radunate circa 200 persone. I manifestanti hanno dato vita ad un mini-corteo, che si è svolto senza tensioni.
Da poche ore, poi, le forze dell’ordine controllano i lavori della trivella, mentre  l'autostrada Torino-Bardonecchia è bloccata dai manifestantiin direzione Francia. La decisione di muoversi in corteo e raggiungere la A32 era stata presa dall'assemblea dei manifestanti riuniti da questa mattina all'alba in presidio all'autoporto di Susa dove è iniziato uno dei sondaggi preliminari alla realizzazione della Torino-Lione, il primo della Val Susa. Il corteo ha raggiunto l'autostrada bloccandola. I manifestanti hanno annunciato che in giornata si faranno sentire anche a Torino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geog

    19 Gennaio 2010 - 16:04

    dal chè si deduce che sei del luogo! e se a te e ai tuoi compaesani lo stato restituisse tutti i terreni dove ci sono le strade e le ferrovie che, bene o male, utilizzate anche voi, come potreste viaggiare? come potrebbero arrivarvi i generi, alimentari e non, che vi servono per vivere? e se gli altri italiani chiudessero tutte le vie di accesso alla vostra valsusa? cosa resterebbe di voi? una macchia bianca su una cartina stradale con la scritta "terra non cognita"! ricorda che siamo nel 21° secolo, ed è finita da secoli l'era del "io, io, io e che gli altri si fottano!"

    Report

    Rispondi

  • lulumicianera

    19 Gennaio 2010 - 16:04

    caro enry ti ringrazio per la civiltà con cui rispondi su questo giornale,veramente un gentiluomo di altri tempi .Sono almeno 50 anni che vengo su da voi e conosco molto molto bene la valdiSusa ,la ricordo da dopo la guerra in avanti,quando sulla stetale passavano sie no 20 camion(non tir) al giorno,quando nei paesi non c'era acqua potabile e luce e quando sono incominciate le cementificazioni dalla bassa alla alta valle,da quando alcuni sindaci hanno dato e danno permessi di costruzione in ogni luogo possibile ed immaginabile(belle le case costruite a Susa a ridosso della curva panoramica,formidabili)La valSusa è sempre stata luogo di frontiera e passaggio tra i confini dalla notte dei tempi ed ha sempre tratto vantaggio da questo fatto,se nessuno passa muore come è successo ad Exilles, quindi risciaqquati tu la bocca,pensa che senza traffici sareste ancora senza acqua e luce ma sareste una valle felice e misera come solo alcuni anni fa.

    Report

    Rispondi

  • enry

    19 Gennaio 2010 - 16:04

    Si vede che hai la bocca piena di melma, dovresti farti un risciaquo prima di parlare, potresti sporcarti. Si vede anche che non hai terreni in valsusa come tanti valsusini che sono stati espropriati al tempo dell'autostrada e non hanno mai visto una lira. La valle ha gia' dato anche troppo agli ignoranti come te', 1 ferrovia a 2 binari depotenziata riguardo alle sue possibilita' mentre mezza Italia viaggia a 1 binario solo. Un'autostrada, 2 statali, 1 linea alta tensione. Ma persone come te con la melma al cervello non sono contenti, vieni su da noi ti facciamo vedere come si vive qui, e forse impari a far funzionare anche il tuo cervello

    Report

    Rispondi

  • lulumicianera

    19 Gennaio 2010 - 14:02

    Proteste senza senso di gente che ha terreni che valgono niente e vogliono ricavare un gruzzolo:In val di Susa hanno costruito in ogniluogo possibile ed immaginabile per denaro,da terreni paludosi a sprofondi affossati da muri tra due strade alti metri,ed ora protestano Prima dove erano quando inascavano fior di soldi per campi pieni di sassi?

    Report

    Rispondi

blog