Cerca

Brescia, lotta alla prostituzione:

"Sequestreremo le auto dei clienti"

Brescia, lotta alla prostituzione:
L’amministrazione comunale di Brescia dichiara guerra alla prostituzione. La polizia locale ha annunciato infatti che procederà al sequestro delle auto dei clienti e dell'incasso delle prostitute sorpresi.
A Brescia, da quando si è insediata l'attuale giunta di centrodestra, il contrasto al fenomeno della prostituzione è stato potenziato attraverso un incremento dei controlli, da parte della polizia locale, e l'inasprimento delle sanzioni per i clienti, fino a 500 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enry

    21 Gennaio 2010 - 15:03

    Sicuramente se si vuole diminuire la prostituzione bisogna colpire x primi i clienti, multe salatissime, sequestro auto, e foto sui giornali locali x 1 mese, a spese del cliente. Poi vorrei vedere quanti di questi porci continuerebbero a fare i maiali x strada!

    Report

    Rispondi

  • fiscadr

    20 Gennaio 2010 - 16:04

    Scusate, ma quello che faceva la guerra ai mulini a vento non era sparito di circolazione? O è un'altra pensata per fare cassa. Questa storia mi ricorda un fatto del primo dopoguerra dalle mie parti quando andavo ancora in pantaloni corti allorchè una ragazzotta ben dotata fisicamente e molto rossa politicamente nella provincia che è ancora la più rossa d'Italia, minacciò di morte senza tante perifrasi il parroco di paese che era un tipo alla Don Camillo. Bene il parroco la informò che stesse calmina perchè " preti e put...e sempre c'erano stati e sempre ci sarebbero stati". A buon intenditor...........

    Report

    Rispondi

  • giuseppeemaria

    20 Gennaio 2010 - 11:11

    Bravo Rolfi

    Report

    Rispondi

blog