Cerca

Foggia, liberata la ragazzina. "Sta bene"

Arrestato il sequestratore. La folla tenta il linciaggio

Foggia, liberata la ragazzina. "Sta bene"
I carabinieri e gli agenti della polizia, con una manovra diversiva, sono riusciti a liberare la ragazzina che dalle 11 di martedì mattina era stata sequestrata dall’interno di un negozio a Lucera. Bloccato e immobilizzato il sequestratore, Massimiliano Credico, 35 anni. Ora la giovane è stata portata via, per precauzione, in ambulanza mentre l'uomo, che aveva compiuto un gesto simile nel 2007, ha rischiato il linciaggio della folla. Gli abitanti di Lucera si sono radunati attorno al negozio "Curiosando" e Carabinieri e Polizia hanno dovuto creare un 'cordone attorno al sequestratore per impedire l'assalto.

La vicenda-
Stamattina un uomo armato di coltello ha sequestrato a Foggia una ragazzina di 14 anni. La ragazzina è stata presa in ostaggio  all'interno del negozio "Curiosando" nel centro di Lucera.
L'uomo che ha in ostaggio la ragazzina ha chiesto di poter parlare con l'on. Alessandra Mussolini. E' conosciuto dalle forze dell'ordine perché tre anni fa compì un gesto simile: sequestrò una persona che si trovava nel parcheggio di un ipermercato la trascinò all'interno del centro commerciale e la tenne in ostaggio. Sul luogo ci sono agenti di polizia, carabinieri, vigili urbani e il procuratore della Repubblica presso il tribunale di Lucera, Massimo Lucianetti.

Reparti speciali- I reparti speciali sono entrati nel negozio. Il sequestratore non poteva vederli perché aveva sotto controllo solo un angolo della prima stanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fiscadr

    20 Gennaio 2010 - 16:04

    Vanno di moda non c'è che dire. Uno bersaglia il premier con una pietra sagomata; un'altra in uno slancio di amore cristiano atterra il Papa e spezza un femore ad un cardinale. L'ultimo sequestra una ragazzetta chiedendo di parlare con Alessandra Mussolini (forse voleva il nonno, è poco e male informato, gli hanno fatto un vestito di legno tempo addietro). Mi viene il dubbio che questa sia la stessa strada che si imboccò nell'Unione Sovietica quando qualcuno che dava fastidio ed imbarazzo veniva scoperto portatore di labilità psichiche e rinchiuso in manicomio . Poi per chi come me non è medico il parolone suona bene ed induce ad un senso di pietà verso questi poveracci che poi se si guarda a fondo tanto psicolabili non sono.

    Report

    Rispondi

  • mab

    19 Gennaio 2010 - 18:06

    Ma questa sarebbe una democrazia? Chiunque sia riconosciuto pericoloso per altri non deve girare liberamente, tassativamente. Invece ognuno è libero di delinquere senza temere conseguenze ed alle persone perbene è vietato anche utilizzare la legittima difesa, guai, si finisce in galera al posto dei delinquenti. Il problema è che nessuno di questi "democratici" vuole o non è capace di mettere fine a tutto questo.

    Report

    Rispondi

  • semovente

    19 Gennaio 2010 - 17:05

    Avrebbe dovuto parlare con te che sei IL TRINARICIUTO MIGLIORE.

    Report

    Rispondi

  • ilcantodelgrillo

    19 Gennaio 2010 - 17:05

    che bel nome lulu'... poi se sei una micia nera ... Sono d'accordo con Te. Ma intanto chiamiamo i tiratori scelti e facciamolo fuori con una pallottola in fronte: uno scemo di meno ed un peso di meno perl'umanità e per il progresso scientifico. Pace e bene

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog