Cerca

Camorra, arrestati due superlatitanti

Paolo Di Mauro e Luigi Mocerino erano tra i ricercati più pericolosi d'Italia

Camorra, arrestati due superlatitanti
Paolo Di Mauro, camorrista napoletano ricercato dal 1993, è stato arrestato a Barcellona. Il superlatitante 58enne, condannato a 17 anni e dieci mesi di reclusione, è considerato uno dei maggiori esponenti del clan Contini e, fino ad oggi, il terzo ricercato più pericoloso d'Italia. Da due anni era finito nel programma di ricerca a livello internazionale.

Contro di lui  sono state emesse numerose ordinanze di carcerazione per associazione a delinquere di stampo camorristico e per l'omicidio di Francesco Mazzarella, commesso nel 1998, all' ingresso del carcere di Poggioreale. Di Mauro, soprannominato "Paoluccio l’infermiere", è implicato inoltre nel narcotraffico internazionale con ramificazioni in Columbia e Spagna. Qui il boss si nascondeva insieme ad altri importanti membri del clan. Tra questi anche il latitante Luigi Mocerino, 50 anni, catturato oggi durante l'operazione a Barcellona. L'uomo era ricercato per traffico internazionale di droga: a lui è riconducibile il gommone con oltre 800 kg di cocaina sequestrato nel 2006 al largo delle coste spagnole.

Duro colpo alla criminalità
- Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, nel corso del question time alla Camera, ha espresso piena soddisfazione per «un altro duro colpo contro la criminalità organizzata». Rivolgendosi alle forze dell’ordine ha aggiunto: «Congratulazioni alla squadra Catturandi della Mobile di Napoli per l’arresto di due pericolosi latitanti, uno inserito addirittura nell’elenco dei 30 più pericolosi».


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog