Cerca

Puzzi di romena. E la giovane tenta il suicidio

Una ragazzina dodicenne ha provato a togliersi la vita dopo i ripetuti insulti dei compagni di classe

Puzzi di romena. E la giovane tenta il suicidio
Una ragazzina romena di 13 anni, residente a Solesino, provincia di Padova, ha tentato il suicidio dopo i ripetuti insulti razzisti dei compagni di classe. "Puzzi di romena”, le dicevano alcuni compagni di classe della scuola media dell'Istituto Comprensivo di Solesino, dove la giovane frequentava la seconda media. Il tentato suicidio è accaduto una settimana fa, ma solo ieri la vicenda è stata resa nota. A divulgare i motivi che hanno spinto la ragazzina a tentare il suicidio è Adrian Teodorescu, presidente dell’associazione “Alleanza romena”.

Teodorescu ha raccolto la testimonianza dei genitori della giovane, che è tuttora ricoverata nell’ospedale di Monselice. Le sue condizioni non sono preoccupanti, ma dovrà fare i conti con una frattura ad una gamba. La ragazza ha ricevuto la visita degli amici di scuola, ma non quella dei suoi compagni di classe. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dubhe2003

    28 Gennaio 2010 - 16:04

    I ragazzi d'oggi si annoiano molto più di quelli di ieri.Possibile non vi siano stati dei segnali che potessero allertare il personale scolastico?In un gruppo,c'è sempre il leader che dà" l'ordine di beccata "ed i gregari(branco) che si uniscono a lui per sentirsi importanti.Molti dei novelli genitori poi,a differenza dei loro,invece di interessarsi di come sono andate le cose,difendono a spada tratta i figli a prescindere;così questi crescendo,spesso si sentono liberi di fare qualsiasi lazzaronata.

    Report

    Rispondi

  • angeloparatico

    28 Gennaio 2010 - 04:04

    Questo e' un tipico caso di bullismo, non di razzismo. Siamo stati tutti bambini e sappiamo quanta crudelta' si puo' celare dietro a quei visini dolci. L'unico rimedio e' la disciplina e la presenza di insegnanti che vigilano e, se e' il caso, puniscono. Il resto son solo chiacchiere.

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    27 Gennaio 2010 - 16:04

    di un'educazione che premia l'apparenza (nero, bianco, romeno, albanese, ben vestito, mal vestito, etc etc) e il qualunquismo alla razione ed alla accettazione del diverso............purtroppo il porblema di quei ragazzi che muovono simili offese è il 99% dovuto ai famigliari.........che sono più ignoranti loro di un mulo..........

    Report

    Rispondi

blog