Cerca

Fuoco alla scuola per evitare il compito in classe

La scorsa settimana lo stesso istituto era stato allagato

Fuoco alla scuola per evitare il compito in classe
Per non  sostenere il compito in classe hanno dato fuoco alla scuola. Protagonisti della vicenda due studenti di 13 e 14 anni, che ieri sera hanno incendiato i banchi di alcune aule e varie suppellettili del loro istituto di San Marco in Lamis, nel foggiano.

Secondo una prima ricostruzione, i ragazzini sono entrati nell'istituto attraverso una porta posteriore, poi hanno messo a soqquadro vari locali e appiccato il fuoco. A incastrare i due sono gli indumenti bagnati (per evitare di bruciarsi) e gli scarponcini sporchi di fango rinvenuti dai carabinieri nelle abitazioni dei minorenni.

I militari hanno denunciato il più grande mentre l'altro è stato riaffidato ai genitori. È la terza volta che nella scuola vengono compiuti atti di vandalismo. L'ultimo risale alla scorsa settimana quando sconosciuti avevano allagato l'edificio lasciando i rubinetti aperti per tutta la notte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gitex

    28 Gennaio 2010 - 17:05

    spero che nessuno li voglia punire, è solo una ragazzata. Non si può e non si deve rovinare il futuro a dei bravi ragazzi. Perchè sono sicuramente dei bravi ragazzi. Fuor di metafora mi chiedo come si possa essere così scemi. L'unica spiegazione è che si tratti di una tara ereditaria; mah... PS: chi pagherà i danni ora?

    Report

    Rispondi

  • semovente

    28 Gennaio 2010 - 16:04

    Poverini non potevano affrontare un compito difficile proposto da un professore ferocissimo. Bisogna capirli, perdonarli e mandarli a calci in cu.. a studiare, dopo aver riparato integralmente tutti i danni provocati.

    Report

    Rispondi

blog