Cerca

Puglia, sequestrate discariche abusive

Siti non autorizzati in provincia di Taranto e Bari

Puglia, sequestrate discariche abusive
I carabinieri della Stazione di Marina di Ginosa, in provincia di Taranto, hanno sequestrato un'area di circa 2000 metri quadrati, nelle campagne a ridosso dell'abitato, che veniva utilizzata in modo illecito come discarica abusiva.
Sul terreno, recintato e con all'interno un capannone in lamiera, erano stati ammassati vari rifiuti pericolosi: materiali ferrosi, batterie d'auto usate, parti di motori e bombole del gas dismesse.
D.P. di 53 anni originario di Gravina di Puglia (Bari), che si occupava di gestire il sito, è stato denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata. La discarica, infatti, era sorta senza la minima autorizzazione.

Sempre in Puglia, un'area di circa diecimila metri quadri adibita a discarica abusiva, nella quale venivano sversati illecitamente liquami provenienti da frantoi e depositati rifiuti speciali (vecchi pneumatici e materiale in plastica), è stata sottoposta a sequestro dalla guardia di finanza alla periferia dell'abitato. La discarica si trovava a Bitonto, in provincia di Bari.
I militari hanno denunciato a piede libero il conducente di un'autocisterna sorpreso mentre versava nel terreno i residui di molitura delle olive e il proprietario del frantoio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog