Cerca

Scuola vietata a chi indossa pantaloni a vita bassa

Lo stabilisce il preside di una scuola di Trento

Scuola vietata a chi indossa pantaloni a vita bassa
Si torna a parlare di abbigliamento poco adatto alle aule scolastiche. In particolare, è di queste ore la notizia che vedrebbe vietata la scuola a chi indossa pantaloni a vita bassa.
Italo Pancheri, dirigente dell’Istituto comprensivo Trento 4, ha deciso di usare le maniere forti sbarrando  l'ingresso in aula agli studenti che insistono nel presentarsi a scuola con un abbigliamento inadeguato, specialmente con i famigerati pantaloni a vita bassa. Lo ha intimato nei giorni scorsi in una lettera spedita a casa dei genitori degli alunni che frequentano le medie Winkler (ex Dante Alighieri).
Il dirigente scolastico ha spiegato che i ragazzi che si presenteranno a scuola con “pantaloni a livello inguinale” e con “abbigliamento non consono alla decenza” verranno fermati in portineria, a da lì verranno chiamati i genitori, invitati a venire a prelevare i figli. Nel caso di reiterazione del comportamento, scatterebbero provvedimenti punitivi, fino alla sospensione.
Pancheri ha deciso di intervenire con le “maniere forti”, dopo aver constatato che un suo richiamo sul decoro dell’abbigliamento, spedito a inizio anno, non aveva ottenuto l’effetto sperato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andy_mer

    03 Febbraio 2010 - 13:01

    Sebbene sia d'accordo sul provvedimento trovo strano che quando si tratta di far tirare su le brache ai ns ragazzi non vi siano problemi ad andarci giù "piatti" quando invece si tratta di convincere i figli dei musulmani a scoprirsi il volto ... apriti cielo ! Chissà, forse visto i tempi che corrono per la scuola italiana diventa prioritario coprirsi il culo piuttosto che scoprirsi la faccia

    Report

    Rispondi

  • fiscadr

    03 Febbraio 2010 - 10:10

    Hanno una sola utilità: chi li indossa ed è colto da impellenti bisogni naturali, non ha bisogno di cercare una toilette. L'ha già nei pantaloni. Non è garantito l'effetto olfattivo. Come si vede non tutto il male viene per nuocere.

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    03 Febbraio 2010 - 07:07

    specialmente le ragazze vogliono far vedere l'intimo che indossano per stimolare i masci e poi cosa succede? il branco strupa picchia e le ragazze si sino aperte una porta per la prostituzione, ragazzi ribellatevi contro i vostri genitori perche cisì facendo rovinano il vostro avvenire.

    Report

    Rispondi

  • vivalabici

    02 Febbraio 2010 - 22:10

    Per anni alla collettività è stata propinata la droga dei diritti e tutti abbiamo sotto gli occhi come è andata a finire: l'abuso dei diritti ha ucciso i valori.Se vogliamo rianimare i valori, bisogna che pratichiamo i doveri e i doveri nascono anche dalla proibizioni.A scuola gli studenti hanno il dovere di studiare e di andarci vestiti in modo decoroso.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog