Cerca

Licenziato per scarso rendimento

Cassazione: provvedimento legittimo in caso di un livello produttivo inferiore a quello dei colleghi

Licenziato per scarso rendimento
Chi produce meno dei colleghi rischia il licenziamento. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con una sentenza che ha confermato il licenziamento di un operaio bresciano con uno scarso rendimento rispetto al livello di produttività "media" dei colleghi.
L'uomo si è difeso sostenendo di essere stato demansionato. I giudici però, nei tre gradi di giudizio, hanno accolto l'obiezione dell'azienda: l'operaio, avendo accettato il nuovo incarico, avrebbe dovuto portarlo avanti con una diligenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • COCCINELLA

    15 Febbraio 2010 - 14:02

    ERA ORA,SPERO VENGA APPLICATA A TUTTI INDISTINTAMENTE, SPECIE CHI LAVORA NEL PUBBLICO....OVVIAMENTE GIUDUCI COMMPRESI

    Report

    Rispondi

  • spalella

    14 Febbraio 2010 - 14:02

    La produttività di un operaio bresciano è verificata nella sua consistenza da un giudice. La produttività, assenteismo, professionalità, onestà e carriera di un giudice è invece controllata da altri giudici..... come a dire il gregge è in mano ai lupi, mentre i lupi si controllano da soli.... come i mafiosi, senza alcun controllo di natura democratica. Ed i risultati si vedono.

    Report

    Rispondi

blog