Cerca

Omicidi in famiglia: "Attenti ai suoceri"

Superano le suocere in invadenza e ingerenze

Omicidi in famiglia: "Attenti ai suoceri"

«Attenti ai suoceri, oggi stanno diventando peggiori delle suocere». Ad avvertire nuore e generi di tutta Italia è l' Associazione dei matrimonialisti italiani, in seguito a un’indagine sugli omicidi familiari. Il risultato è che «aumenta vertiginosamente il bollettino di guerra delle morti violente in famiglia, ma la novità degli ultimi tempi è che l'assassino non è solo il partner: adesso vi è anche il suocero».

Suoceri invadenti - I genitori del partner sono già i responsabili del 30% delle separazioni e dei divorzi, a causa delle indebite ingerenze nel menage familiare. L’associazione spiega che la giurisprudenza è corsa ai ripari e, per far fronte all'evoluzione del fenomeno: «è attualmente orientata a sanzionare con l'addebito il coniuge che ha consentito supinamente gravi intrusioni dei suoi genitori nella vita coniugale e nell'educazione dei figli».  Secondo il presidente Gian Ettore Gassani, «è indubbio che, alla base della profonda crisi del matrimonio in Italia (ogni anno si registrano in media 160 mila nuovi separati e 100 mila nuovi divorziati), ci sia l'irresponsabile “zampino” dei genitori di lui o di lei. L'insolita novità degli ultimi anni è che i suoceri in fatto di invadenze e di ingerenze, stanno superando in negativo le suocere (storicamente ritenute responsabili delle liti coniugali). I suoceri, quando sono negativi, diventano particolarmente attivi nello scegliere l'avvocato del figlio o della figlia affrontando le relative spese legali, raccogliendo “prove” e studiando '”strategie” per demolire il genero o la nuora».

Considerando le due tragedie recenti di Pagani (Salerno) e Messina nelle quali due suoceri hanno ucciso a colpi di lupara nuora e genero, i matrimonialisti italiani sottolineano il serio pericolo cui si può andare incontro qualora situazioni di invadenza ed eccessiva partecipazione dei genitori alla vita di coppia del figlio degenerino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog