Cerca

Frattini sta con la Libia

Appello perché "si superi l'attuale impasse"

Frattini sta con la Libia
Il ministro Frattini, in una nota rilasciata dalla Farnesina, ha fatto capire senza troppi giri di parole di stare dalla parte della Libia.
Lo stop al rilascio dei visti da parte della Libia per l'ingresso di viaggiatori provenienti dall'area Schenghen avvenuto dopo il varo di una "lista nera" da parte della Svizzera di persone non gradite sul suolo elevetico fra cui il leader di Tripoli Gheddafi, preoccupa le diplomazie europee.
Così "Italia e Malta rivolgono un appello alla Svizzera affinché acceleri la negoziazione per un accordo con la Libia e abolisca la lista dei nomi inseriti nel sistema informativo di Schengen diffusa nei giorni scorsi". È quanto si legge in un comunicato diffuso dalla Farnesina al termine del colloquio tra i ministri degli Esteri italiano, Franco Frattini, quello libico, Mousa Kousa e quello maltese, Tonio Borg. "I ministri si sono riuniti stamane - continua la nota - per affrontare il tema della crisi dei visti Schengen come conseguenza del contenzioso elvetico-libico, in vista dell'incontro previsto per domani del capo della diplomazia libica con la presidenza spagnola dell'Ue e delle prossime scadenze comunitarie. Nel corso dell'incontro è stata auspicata una rapida soluzione del contenzioso e sono state scambiate idee in proposito. L'Italia - conclude il comunicato - ha invitato la Libia ad adoperarsi per superare il problema del blocco dei visti Schengen per tutte le Parti del Trattato, tenendo conto degli sforzi che si stanno profondendo - in primis da parte italiana e maltese - per superare l'attuale impasse".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    19 Febbraio 2010 - 12:12

    E' solo realpolitik,piaccia o non piaccia,cari indignati.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    19 Febbraio 2010 - 08:08

    Io mi ricordo che anche D'Alema andava a passeggio con gente non proprio ultra-limpida. Ovvio che dall'alto della sua cosiddetta intelligenza aveva fatto una scelta precisa, ma che non era così condivisibile

    Report

    Rispondi

  • antari

    17 Febbraio 2010 - 16:04

    Per me Gheddafi e' un pericoloso criminale, questi invece ci vanno a braccetto. Mah.

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    17 Febbraio 2010 - 16:04

    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaah

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog