Cerca

Il nord chiude per smog

Tutti gli 80 comuni della Pianura Padana e Napoli e Firenze bloccheranno il traffico domenica 28 febbraio

Il nord chiude per smog
Tutti gli 80 comuni della pianura padana che hanno preso parte venerdì mattina al vertice indetto a Milano dall'Anci, hanno aderito al blocco totale del traffico contro lo smog per il 28 febbraio prossimo. «Non c'è stata alcuna voce discorde» ha detto il sindaco di Torino Sergio Chiamparino, presidente di Anci.  "Ma le adesioni stanno ancora arrivando - ha detto il sindaco, Letizia Moratti - e ricordo che martedì il presidente Podestà ha convocato tutti i comuni del milanese".
Libero-news.itLibero-news.it

Ma le adesioni stanno ancora arrivando - ha detto il sindaco, Letizia Moratti - e ricordo che martedì il presidente Podestà ha convocato tutti i comuni del milanese



Al nord (Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Trentino) si è aggiunto anche Napoli.

Il blocco del traffico per domenica 28 febbraio avrà  orari variabili da comune a comune, ma indicativamente nella fascia dalle 9 alle 17.  Il comitato si propone di portare avanti iniziative condivise contro l’inquinamento e al tempo stesso sottoporre proposte a Governo, Regioni e Province per stabilire strutturali e reperire risorse. Fra queste, si legge nel documento di costituzione del comitato di coordinamento, la richiesta al governo di permettere ai Comuni di investire risorse escludendo dal Patto di stabilità gli investimenti per la lotta ai cambiamenti climatici e per riduzione delle emissioni inquinanti.

Anche Firenze-   “Penso che Firenze aderirà  all’iniziativa delle città del nord col blocco del traffico per il 28 febbraio. Sia chiaro: concretamente non serve a nulla”. Lo scrive, in un intervento su Facebook, il sindaco di Firenze, Matteo Renzi.

  “Perchè le misure utili, su cui stiamo lavorando - spiega -  sono quelle di cambiare i bus, fare le piste ciclabili, fare la  bretella, fare un investimento su elettrico e sostenibilità, su treni e tramvie. Ma se le città danno un segnale, è giusto che anche  Firenze risponda...”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • r2

    21 Febbraio 2010 - 19:07

    qualche sospetto viene. Se ricordate dietro la campagna antinucleare c'erano i petrolieri. Consideriamo che ogni giorno di fermo significa per le assicurazioni un guadagno. Consideriamo che adeguare il calore nelle scuole, ospedali, edufici pubblici alla temperatura esterna farebbe risparmiare un bel pò. Necessitano dei semplici termostati esterni o valvole che sentono il calore all'interno degli edifici. Poca cosa davvero. Mia moglie si lamenta spesso che nella sua scuola i termosifoni vanno sempre allo stesso modo anche quando fuori il tempo diventa mite. Si aggiusta aprendo finestre sopra termosifoni bollenti. A qualcuno giova, tutto questo a qualcuno giova sicuramente. Si potrebbe cercare una assicurazione che tenga conto dei giorni di fermo macchina scalando un pochino la quota. Credo comunque sia difficile, ma se qualcuno la trova lo dica che non sarebbe male poterne approfittare. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • bel_pietro

    20 Febbraio 2010 - 17:05

    perchè roma non chiude?

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    20 Febbraio 2010 - 15:03

    Così il 28 febbraio le 600.000 auto blù con i VIP a bordo potranno scorrazzare a piacimento.

    Report

    Rispondi

  • dariorubes

    20 Febbraio 2010 - 14:02

    Pare che il fermo macchina non diminuisca di una virgola l'inquinamento atmosferico. E se provassimo a mandare in ferie all'estero i politici per una settimana?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog