Cerca

Sparatoria alla pompa di benzina

Ucciso il titolare davanti al figlio

Sparatoria alla pompa di benzina
Tenta di rapinare un distributore di benzina, ma uccide il titolare di fronte al figlio. E' questa l'ipotesi più plausibile per la sparatoria di cui è vittima Angelo C., 68 anni, benzinaio di Prospiano, nel varesotto.

Secondo una prima ricostruzione, l'uomo, insieme alla moglie e ai due figli, era come ogni giorno al lavoro quando, alle 8.15 circa, sono arrivati i malviventi che hanno sparato più volte e poi sono scappati sull'auto della vittima, senza portare via l'incasso. A sparare sarebbe stata una sola persona, armata di una pistola automatica, che si è avvicinata al titolare mentre prelevava l'incasso del fine settimana nel gabbiotto. Forse la vittima ha tentato di reagire ed è stata raggiunta da alcuni colpi all'addome. Non è ancora chiaro quanti fossero i rapinatori ed è incerto il movente. La famiglia, e in particolare il figlio che ha assistito alla triste scena, è sotto choc ma illesa.

Sul posto non ci sono telecamere di videosorveglianza. I carabinieri hanno allestito posti di blocco in tutta la zona e sono in corso perquisizioni e controlli fra i pregiudicati. L'auto è stata ritrovata a pochi chilometri di distanza a Olgiate Olona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • semovente

    23 Febbraio 2010 - 16:04

    PER QUEL FARABUTTO CHE PER QUATTRO SOLDI HA COMMESSO UN OMICIDIO.

    Report

    Rispondi

blog