Cerca

Riciclaggio: trovato il tesoro di Mobkel

A Roma sequestrati migliaia di dipinti e opere d'arte

Riciclaggio: trovato il tesoro di Mobkel
Un primo 'tesoretto' dell'organizzazione responsabile del maxi riciclaggio facente capo a Gennaro Mokbel è stato sequestrato a Roma dai carabinieri del Ros. Si tratta di migliaia di dipinti, serigrafie, sculture di artisti famosi frutto, secondo gli inquirenti, del riciclaggio.

I  carabinieri del Ros hanno trovato a Roma, nel quartiere Collina  Fleming, il magazzino all’interno del quale era custodito un primo  'tesoretto' dell’organizzazione facente capo a Gennaro Mokbel,  presunto responsabile del riciclaggio degli ingentissimi capitali  illegali, “provenienti da una serie di operazioni commerciali  fittizie di acquisto e vendita di servizi di interconnessione  telefonica internazionale, per un valore complessivo di oltre due  miliardi di euro, con la compiacenza di alti funzionari ed  amministratori delle società Telecom italia sparkle e Fastweb. Si  tratta -spiegano i carabinieri- di migliaia di dipinti, serigrafie,  litografie e decine di sculture ove il sodalizio reimpiegava parte  degli enormi cespiti illegalmente acquisiti”.

   Sono state sequestrate opere di importanti artisti contemporanei e moderni tra cui spiccano i nomi di De Chirico, Capogrossi, Tamburri, Schifano, Borghese, Palma, Clerici e Messina. Le opere d’arte sono ora all’esame degli specialisti del Comando Tutela Patrimonio Culturale  dei Carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libero42

    27 Febbraio 2010 - 18:06

    Eh si, anche qui avete la stragrande maggioranza, complimenti.

    Report

    Rispondi

  • Stefano55

    27 Febbraio 2010 - 08:08

    I ladri sono ladri e basta, sia che siano di destra che di sinistra. E' totalmente inutile che voi di sinistra, solo in prossimità delle elezioni, vogliate fare ricorso al giustizialismo per cercare di dimostrare che quelli di destra sono ladri, mentre a sinistra sono tutti dei puri...da morire dal ridere. A sinistra siete ladri nel dna, e dove avete in mano i cordoni della borsa, vi preoccupate solo di portare a casa lo stipendio SENZA FARE UNA CIPPA. Anche quello è un furto, che anche senza fare ricorso ad una magistratura compiacente (che a destra chissà perchè non esiste), è palesemente sotto gli occhi di tutti. Non serve nemmeno citare gli esempi da tanto sono numerosi. Ma quello (rubarsi lo stipendio) per voi di sinistra non è riconosciuto come reato, tantopiù che i vari Bassolino e Jervolino sono ancora beati sullo scranno.

    Report

    Rispondi

  • castellidisabbia

    26 Febbraio 2010 - 14:02

    In realtà mokbel è di sinistra, anzi comunista, mentre le foto trovate a casa sua sono di Togliatti e De Gasperi. Quello che hanno fatto questi signor, rischia di essere molto più deleterio del caso Parmalat e Cirio messi assieme, le cui conseguenze ricadranno, come per le altre volte, sui piccoli investitori che avevano creduto in Telecom ed in Fastweb. E quelli di destra che si sfilano??? Alemanno, Gasparri, Di Gregorio (quello che è stato comprato dal Pdl), bocchino, Malan, Vetrella e Pastore, che tra l’altro definisce «sopra le righe» la richiesta di custodia cautelare dei pm. E Salvatore Cuffaro (Udc) invoca garantismo? Sono quelli che i ladri sono di sinistra. I LADRI SONO LADRI E BASTA E, DI SOLITO, RUBANO A DANNO, DEI SEMPRE MENO, ONESTI. Vedasi sentenza della cassazione che conferma che Mille era stato corrotto dal capo assoluto della destra Benitone vostro.

    Report

    Rispondi

blog