Cerca

Verdini: "Ammetto di aver raccomandato Fusi"

Il coordinatore Pdl segnalò la Btp per appalti in Abruzzo

Verdini: "Ammetto di aver raccomandato Fusi"
"Denis Verdini ammette di avere raccomandato Fusi perché avesse qualche appalto in Abruzzo". A rivelarlo è il gip di Firenze, che nell'ordinanza di custodia cautelare notificata la notte scorsa spiega: il coordinatore Pdl segnalò la Btp perché in quel momento lavorava poco e "Verdini se può aiutare un'impresa con 3 mila dipendenti lo fa". Secondo le valutazioni del gip Verdini e il presidente Btp sono legati da un rapporto amicale, ma anche da "interessi di natura economica che coinvolgono anche Bartolomei Roberto", vice di Fusi.

La nomina di De Santis - Commentando il contenuto complessivo delle dichiarazioni rilasciate ai pm fiorentini, il 15 febbraio scorso, in merito alla nomina di Fabio De Santis a provveditore delle opere pubbliche per la Toscana, il gip osserva che
Libero-news.itLibero-news.it

Verdini se può aiutare un'impresa con 3 mila dipendenti lo fa

Verdini "lealmente" non ha "negato l'evidenza". Inoltre, "volendone dare una lettura benevola, (le dichiarazioni) fanno comunque riflettere sulla scarsa consapevolezza, da parte dei soggetti che ricoprono cariche pubbliche e comunque ruoli pubblici molto rilevanti, circa la negatività delle raccomandazioni specie quando queste riguardano posti di potere e, come nel caso di specie, non di natura politica ma tecnica. De Santis è un tecnico e non aveva i requisiti per essere nominato come funzionario; tanto è vero che è stato nominato come esterno".


Balducci e Matteoli
- Rispetto all'incontro con Angelo Balducci, "risulta dalle conversazioni
Libero-news.itLibero-news.it

Scarsa consapevolezza circa la negatività delle raccomandazioni

che Verdini, a fine luglio 2008, entra direttamente in contatto con Balducci; tra i due (che non si conoscevano) si realizza immediatamente una convergenza di interessi. Verdini garantisce a Balducci una copertura politica che gli consenta quantomeno di attenuare le resistenze che incontra sul "territorio" nell'esecuzione delle opere concernenti "grandi eventi". Balducci, inoltre, ottiene facile accesso al ministro Matteoli, con cui Verdini ha uno stretto rapporto. Tra i due nasce subito un feeling".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Liberovero

    09 Marzo 2010 - 18:06

    vanno accertate in sede giudiziaria nel rispetto del diritto di difesa e di contraddittorio. Se processo ci sarà è grazie alle intrecettazioni che hanno consentito l'emersione di quello che è certamente un malcostume dilagante nel modo politico in generale senza molta distinzione tra dx e sin. L'attuale classe politica dovrebbe avere il coraggio di ammettere che la limitazione delle intrecettazioni non serve a tutelare la privacy degli onesti cittadini ma di parare le terga dei soliti furbi e furbetti che dentro o vicino ai partiti ingrassano alle nostre spalle.

    Report

    Rispondi

  • psiche_umana

    07 Marzo 2010 - 13:01

    molti magistrati danno consulenze milionarie ai propri amici al fine di avere tornaconti di ogni genere o ci facciamo una vacanzina oppure devo comprare l'auto nuova oppure avrò un prezzo di favore comprando la casa a margellina napoli o a via chiaia infatti in questa zona ci sono più magistrati che vi abitano che in qualsiasi procura d'italia chi lo sà perchè caso strano le case precendentemente sono appartenute a personaggi che direttamente o in direttamente hanno avuto a che fare con magistrati .... VIVA L'ITALIA forza Denis Verdini

    Report

    Rispondi

  • vaporino

    07 Marzo 2010 - 06:06

    E questo è il coordinatore nazionale del Pdl....figuratevi nel sottobosco cosa combinano!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • rendimax

    06 Marzo 2010 - 22:10

    Possibile che da quando Berlusconi è in politica sia diventato tutto LECITO? E' lecito raccomandare,rubare,comprare i giudici, gonfiare gli appalti, evadere il fisco ,andare a puttane, santificare Craxi, corrompere i testimoni, etc. etc. Elettori non fatevi incantare dalle veline, dal grande fratello , dall'isola dei famosi , informatevi di come va il mondo da una stampa normale e libera che non fa giornalismo per soldi come alcuni giornalisti che ben conosciamo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog