Cerca

Via Poma, il mistero si infittisce

Suicida Pietrino Vanacore, l'ex portinaio di via Poma. L'uomo venne indagato e poi prosciolto nel '93 per l'omicidio di Simonetta Cesaroni

Via Poma, il mistero si infittisce
Vent'anni di sospetti, dubbi, illazioni. E così, alla fine, Pietrino Vanacore non ha retto. Si è ucciso questa mattina l'ex portinaio dello stabile dove venne trovata uccisa Simonetta Cesaroni. L'uomo si è gettato in un corso d'acqua in località Torre Ovo, vicino Torricella, in provincia di Taranto, dove risiedeva da anni. Vanacore, ha riferito il Tg5, avrebbe lasciato una scritta su un cartello: "Vent' anni di sofferenze e di sospetti ti portano al suicidio".
Arrestato il 3 agosto del ’90, con l’accusa di omicidio, tre giorni dopo il delitto, il 16 giugno ’93 Vanacore fu prosciolto dal gip Cappiello perchè «il fatto non sussiste». La decisione divenne definitiva nel 1995 dopo il ricorso in Cassazione. Dopo l’uscita di scena decise di lasciare Roma.Vent’anni dopo quell'omicidio nel condominio forse più noto d'Italia, è in corso il processo contro l'uomo che all'epoca era fidanzato di Simonetta. Vanacore ha lasciato alcuni biglietti di addio nella sua auto parcheggiata a poca distanza dal luogo del suo suicidio.
L’uomo, che si era ritirato a vivere a Torricella, in provincia di Taranto, oggi è stato trovato in mare, in località Torre Ovo, senza vita, ancorato ad una corda che si era allacciata intorno alla caviglia. Sul posto, si trovano i carabinieri che stanno aspettando il magistrato di turno Maurizio Carbone della Procura di Taranto. Vanacore, che avrebbe dovuto testimoniare il 12 marzo al processo sul delitto che si sta celebrando a Roma a carico di Raniero Busco, ex fidanzato della Cesaroni, è stato riconosciuto da alcuni amici, che hanno chiamato subito il 112.
IL legale- "Sicuramente era tormentato da questa vicenda. Sicuramente non se l'è sentita di affrontare di nuovo i giudici e i giornalisti, ma aveva qualcos'altro che lo tormentava: troppe ambiguità, troppe stranezze". Così l'avvocato Paolo Loria, difensore di Raniero Busco, sotto processo per l'omicidio di Simonetta Cesaroni, commenta all'Ansa la notizia del suicidio di Vanacore. L'avvocato Loria ha ribadito che "la morte di Vanacore è troppo vicina alla scadenza processuale per non esservi collegata. Cosa mi aspettavo dall'udienza del prossimo 12 marzo? Che si avvalesse della facoltà di non rispondere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Marzo 2010 - 19:07

    Forse la giustizia umana non lo colpirà mai perchè.una vera giustizia condanna soltanto se ci sono prove provate indiscutibili ma, la nostra coscienza che,ogni tanto emerge prepotentemente, credeteni è molto più dura di qualsiasi condanna umana e chi ha certe colpe,non dorme sogni tranquilli. Rischierà,nel tempo,la follia.

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    10 Marzo 2010 - 10:10

    Muore un uomo di 80 anni. Non son sicuro che sia un suicidio. Uno che vuole morire non si lega la caviglia ad un albero con una corda e si butta giù.....sembra che avesse paura (o avessero) che il corpo non venisse ritrovato. Il giudice che dopo 20 anni per una traccia che potrebbe avere mille motivazioni, riapre una ferita e rimette in circolo le paure e le terribili sensazioni che un simile procedimento ti porta dietro. Un uomo, non so se colpevole o innocente o testimone o cosa altro, dopo averne passate di mille colori, al solo pensiero di essere rimesso dentro al tritacarne mediatico......muore. Per togliersi la vita ci vuole un coraggio che non si immagina, anche se sei alla fine di un percorso come potrebbe essere per un ottantenne, ma questo non da il diritto a nessuno di mettere in discussione il tuo futuro. Il giudice pagherà? sarà solo fumo questo processo? Mi vergogno della giustizia mediatica che rende i giudici soubrette.

    Report

    Rispondi

  • waldi

    10 Marzo 2010 - 09:09

    e dopo questo ennesimo fatto, mi fa ribrezzo che ci sono ancora troppi imbecilli che dicono che la giustizia va bene così come è amministrata adesso.

    Report

    Rispondi

  • dondolino

    10 Marzo 2010 - 08:08

    tutti girano a destra e a manca ma non sapte che il colpevole è Silvio Berlusconi? dove ci sono belle ragazze il colpevole è sempre ed unicamente lui.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog