Cerca

Allarme maltempo

Neve e pioggia su tutta Italia, disagi al centro e al sud. Chiuse scuole e linee ferroviarie. Temperature in calo fino a giovedì

Allarme maltempo
Questa volta il maltempo non molla. E non accenna a volersene andare. Da questa mattina piogge e temporali flagellano il sud e le isole, neve anche a quote basse al centro nord, minime in diminuzione.
"Dalle prime ore di oggi - avverte la Protezione civile, che ha emesso un allerta valido 48 ore - è in corso un forte peggioramento delle condizioni meteorologiche su gran parte del territorio nazionale". La colpa - spiegano gli esperti - è della "vasta saccatura, alimentata da aria di origine artica», che si è «posizionata sull’Europa centro-occidentale" e che "nelle prossime ore tenderà ad enucleare un importante minimo barico sul Canale di Sardegna con conseguente tempo fortemente perturbato" su gran parte del paese.
Gelo record in Veneto, con -17 gradi centigradi ad Arabba, -15 ad Asiago e -13,6 a Cortina d’Ampezzo. Bora forte a Trieste, con raffiche che oggi hanno superato i 100 chilometri l’ora. In Emilia Romagna, nevica da Bologna verso la costa, ma presto le precipitazioni si sposteranno anche verso nord. Fiocca anche in Toscana, nel perugino, sulle autostrade abruzzesi e nella zona del Parco nazionale. Allerta meteo in Calabria, mentre il vento di sud-est sta causando difficoltà nei collegamenti marittimi da e per le Eolie. Non vengono raggiunte da ieri pomeriggio Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi. Da Lipari per Milazzo sono state inizialmente garantite le corse mattutine, anche se si è operato nel più piccolo scalo di Punta Scaliddi, ma l’aumento dell’intensità del vento ha poi imposto la sospensione delle corse.

Interrotta anche la linea ferroviara Roma-Viterbo Traffico ferroviario interrotto, in entrambe le direzioni, lungo la linea Roma-Civitacastellana-Viterbo, nel tratto extraurbano tra Vignanello e Viterbo. Lo comunica in una nota Roma Servizi per la Mobilità. Il collegamento è stato sospeso a causa di un problema alla rete elettrica, causato dal maltempo e dalla neve.

Reggio Emilia, chiuso il traffico- A causa della violenta tormenta di neve che sta interessando l'Appennino, la Provincia di Reggio Emilia ha deciso di chiudere al traffico il Passo di Pradarena dalle 18.30 di oggi, almeno fino alle 8 di domani mattina, mercoledì. Le scarpate di monte, estremamente ripide, potrebbero infatti facilitare la caduta di slavine. La circolazione sulla Sp 18 verrà interrotta dal chilometro 20,600, superato l'abitato di Ospitaletto, fino al chilometro 25,800. Anche la Provincia di Lucca ha provveduto a chiudere il tratto di strada di propria competenza.

Chiuso raccordo A14- A1 - Il raccordo che allaccia l'A14 Bologna-Taranto alla A1 Milano-Napoli è stato chiuso in direzione sud per consentire l'alleggerimento delle code che si sono formate a causa delle abbondanti nevicate che si stanno verificando sulla zona. Lo rende noto la polizia stradale, sottolineando che al momento la situazione meteorologica risulta «difficile» su buona parte del centro nord. In particolare, l'abbondante nevicata tra Barberino del Mugello e Sasso Marconi ha fatto scattare al km 195 dell'A1 i controlli per la verifica della presenza di catene a bordo dei veicoli: una situazione che ha provocato la formazione di una coda lunga 7 km. Nevicate sono in atto anche sul tratto dell'A1 tra Sasso Marconi e Modena, sulla A15 tra Parma ovest e Pontremoli, sulla A14 tra Bologna e Rimini Nord. Difficile anche la situazione in Abruzzo: sulla A24 è stato disposto a causa delle nevicate il divieto di transito sull'intera tratta ai mezzi pesanti in entrambe le direzioni. Il traffico in direzione di Roma risulta inoltre bloccato tra il km 68 e il km 61 a causa di alcuni mezzi pesanti che si sono intraversati. Sulla A25, dove sta nevicando tra l'allacciamento della A24 e Villanova, la Polstrada ha disposto la regolazione del traffico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog