Cerca

Neve e pioggia su tutta Italia

Autostrada A24 Roma-L'Aquila in tilt. Chiuso aeroporto di Bologna. Nave bloccata al largo della Sardegna

Neve e pioggia su tutta Italia
Questa volta il maltempo non molla. E non accenna a volersene andare. La primavera si fa aspettare e l'inverno sta dando il colpo di coda finale. Da ieri l'Italia è sotto un'incessante pioggia che diventa neve dove può. Oggi è caos.
 
Autostrada A24 Roma – Aquila bloccata - A causa della neve sull'autostrada A24 Roma-L'Aquila è rimasto bloccato un autobus di linea dell'Arpa. Fermo al km 68, all'altezza di Tagliacozzo, ha causato il blocco di molte macchine. La coda era interminabile e gli automobilisti hanno dormito in macchina. La Protezione Civile ha distribuito acqua e coperte, e anche i passeggeri del bus hanno trascorso la notte all'addiaccio. "E' un inferno: sul viadotto di Pietrasecca ci sono centinaia di auto e camion e pullman fermi in piena bufera di neve", aveva raccontato Gaetano De Luca, ricercatore dell'Ingv, partito da Roma nel pomeriggio di ieri per raggiungere l'Abruzzo. "Ma non ce ne è uno solo di pullman, ce ne sono parecchi - aveva detto De Luca -. Io sono riuscito a fare conversione sull'autostrada e a uscire a Carsoli, e qui all'uscita del casello siamo in centinaia, auto, furgoni, tir. Passeremo tutti la notte qui, ma è incredibile che nessuno abbia chiuso la A 24, come se nessuno potesse prevedere la neve e la bufera. Solo 24 ore fa tutto questo è accaduto in Spagna e Francia ma non se ne è accorto nessuno...".

Allagamenti -In Sicilia la pioggia ha causato l'esondazione del fiume Torto, tra Termini Imerese e Trabia. Numerose strade provinciali e interpoderali sono state allagate anche se non ci sono stati problemi sull'autostrada Palermo-Catania. E' stata riaperta al traffico la statale Palermo-Agrigento che ieri era stata chiusa per lo straripamento del fiume Platani tra il bivio Manganaro e il motel San Pietro. In alcuni punti dell'arteria si erano formati fino a 40 centimetri d'acqua. Le campagne sono allagate e in provincia di Agrigento sono interrotte alcune strade secondarie per la piena del torrente Saraceno. Tra Castronovo di Sicilia e Cammarata, sei famiglie ieri avevano dovuto lasciare le loro abitazioni rurali.

A Milano nevica da ieri sera - 
La neve scesa sin dalla serata di ieri - e che continua a cadere su Milano seppure con minore intensità - non ha creato particolari disagi sulle strade della metropoli, che si è svegliata con i tetti e i giardini imbiancati. Su marciapiedi e sede stradale - anche a causa di temperature più alte rispetto a ieri sera - la neve non ha “attaccato”, permettendo una circolazione regolare dei veicoli e dei pedoni. Già ieri sera la Protezione Civile aveva avvisato tutte le strutture competenti - fra cui Vigili del Fuoco, 118, Polizia Locale, Amsa, Atm e Sea - e alle 19 era stato aperto il centro operativo comunale, coordinato sempre dalla Protezione Civile, destinato a monitorare costantemente la situazione e stabilire gli eventuali interventi da attuare. Il Piano operativo predisposto dall'Amsa prevede l'impiego di 186 mezzi e 512 addetti per la salatura sulle aree sensibili. Allertato tutto il proprio personale - 690 addetti dell'azienda e circa 400 spalatori avventizi - operativo nonostante l'assemblea sindacale annunciata per la mattinata.

Nave bloccata al largo della Sardegna -
Una nave mercantile che trasporta merci pericolose è in avaria al largo della Sardegna: sul posto sono intervenuti un rimorchiatore e una moto-vedetta della Guardia costiera, che la stanno assistendo mentre dirige al porto di Arbatax. I fatti, secondo quanto si apprende al Comando generale delle Capitanerie di porto, si sono verificati la scorsa notte, quando la nave Ro-Ro 'Esprit' - che trasporta sostanze tossiche, corrosive e infiammabili - ha segnalato un guasto al timone mentre era in navigazione da Genova a Cagliari. A bordo 19 uomini di equipaggio e un passeggero (l'autista di un camion); il mare è forza 3-4. Sul posto si sono diretti un rimorchiatore e una moto-vedetta che hanno raggiunto la nave e la stanno assistendo mentre dirige autonomamente ad Arbatax. 
Intanto su tutta l'isola, dopo una beve tregua la neve è ricomparsa abbondante durante la notte sui punti alti dell'isola e questa mattina nevica su Nuoro città e in tutti i centri vicini, così come in Ogliastra (Lanusei), in Barbagia e a Macomer. La situazione, anche a causa del ghiaccio, è più difficile nelle strade di montagna. Sui passi Tascusì, Sa Casa, Corre e boi, Campeda è consigliabile l'uso delle catene. Polizia stradale e Carabinieri sono pronti ad intervenire nelle situazioni di maggiore difficoltà. I mezzi della Provincia di Nuoro e dell'Ogliastra, gli spazzaneve e gli spargi sale stanno attraversando le strade maggiormente interessate alla formazione di ghiaccio per evitare che si creino ingorghi per mezzi fermi o di traverso. Resta l'incognita delle prossime ore. Infatti le previsioni segnalano ancora neve soprattutto sotto gli 800 metri.

Aeroporto di Bologna chiuso per neve -
L' aeroporto Marconi di Bologna è chiuso per neve dalle 4.50. Lo rende noto il sito dello scalo bolognese, precisando che alle 10 ci sarà una nuova verifica della situazione per valutare la possibilità di riaprire. Con l' intensa nevicata cominciata ieri, l' Aeroporto ha attivato le attività di sgombero dalla neve delle infrastrutture di volo e le operazioni di sghiacciamento degli aeromobili. Dalle prime ore della precipitazione è stata schierata una squadra di 110 mezzi e circa 150 uomini per sgombero neve, sghiacciamento aeromobili e coordinamento dello scalo per la parte aerostazione passeggeri e per quella destinata alle attività di volo. Nonostante le precauzioni però - sottolinea la nota - «alle ore 04.50 di oggi l'obiettivo primario di garantire la sicurezza operativa dello scalo ha comportato la chiusura dell'Aeroporto per condizioni meteorologiche avverse. Alle ore 10 verrà fatta una nuova verifica, per programmare la riapertura dello scalo»

Previsioni -
Per oggi prevista ancora neve al centro-nord; temporali al sud. Scuole chiuse in decine di comuni di Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Molise, Marche e Abruzzo. A Venezia prevista una massima marea di 105 cm.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • comancero

    11 Marzo 2010 - 07:07

    Come dice la sx si sta facendo dei massaggi particolari.Comunque spetta al concessionario pulire o chiudere la a24. La PROTEZIONE CIVILE aveva allertato del maltempo.NON DIAMO LE COLPE AI SOLITI NOTI.

    Report

    Rispondi

  • Ricafede

    10 Marzo 2010 - 19:07

    Nevica governo ladro!

    Report

    Rispondi

  • mauro.pisoni

    10 Marzo 2010 - 12:12

    Maledette toghe rosse.

    Report

    Rispondi

  • castellidisabbia

    10 Marzo 2010 - 11:11

    E' dal Papa per la causa di Beatificazione anche di Francesca. Si attende il verificarsi DEL MIRACOLO ITALIANO. Poi si potrà procedere.

    Report

    Rispondi

blog