Cerca

Parlamentari con doppio e triplo incarico

Record per Lega Nord e Udc

Parlamentari con doppio e triplo incarico

Sono 122 i parlamentari che ricoprono un doppio incarico, divisi tra scranno e governo locale. A rivelarlo è un’inchiesta esclusiva pubblicata dal settimanale “Il Punto” in edicola da domani, da cui emerge anche la realtà del triplo incarico.

Gli incarichi - In particolare 81 deputati e 41 senatori sono anche presidenti di giunta provinciale (9), consiglieri provinciali (16), sindaci (35), vice sindaci (4), assessori comunali (7) e consiglieri comunali (55). Inoltre otto parlamentari siedono su tre poltrone: quattro onorevoli hanno due incarichi in Enti locali e altri quattro ricoprono un ruolo in un Ente locale e un altro al governo. Tra questi il nome più noto è quello del ministro  delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli (Pdl). Al ministro e a  Mario Mantovani (Pdl), Paolo Romani (Pdl) e Daniele Molgora (Lega Nord), "Il Punto" dedica la sua prossima copertina con il titolo “Li chiamavano trinità”.

I partiti - Secondo i dati elaborati, a guidare la classifica tra i partiti è la Lega Nord: su 86 parlamentari leghisti, ben 38 sono amministratori comunali o provinciali (pari al 42,2%). Seguono l’Udc con il 17,6%, il Pdl con il 12,1%, il gruppo misto con il 9,1%, il Pd con il 5,9% e l’Idv con il 5,5%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    13 Marzo 2010 - 12:12

    Sull''UDC non c'è da meravigliarsi ma che anche LEGA NORD abbia lo stesso tipo di comportamento è veramente SCORAGGIANTE se si va a sommare al fatto che orde di clandestini , regolari mascherati, zingari e romeni delinquenti continuano a circolare tranquillamente alla faccia nostra......... Si perde anche la voglia di votare, tanto cosa cambia?

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    12 Marzo 2010 - 08:08

    Non è una novità! Una volta acquisito un po di potere, questo tende ad allargarsi a macchia d'olio, alla faccia di noi poveri cretini che li manteniamo. E' uno schifo pensare che nelle nostre istituzioni abbiamo talmente un grande esercito per la maggior parte inutile da far inorridire e, la cosa più grave, che la cosa è inarrestabile; possiamo solo prenderne atto e avvilirci !!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • wolf

    11 Marzo 2010 - 20:08

    complimenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! un elettore del cetrodestra abbastanza deluso

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    11 Marzo 2010 - 20:08

    Sono ormai 62 anni che dobbiamo continuare a turarci il naso quando votiamo o quando sentiamo il puzzo di fradicio che emanano le istituzioni: ma ci siamo mai chiesto il motivo? abbiamo mai capito, ragionando solo con la nostra testa e la nostra esperienza, come siamo stati raggirati per tanti anni? Sembra che la maledizione fascista abbia allungato la mano sul destino dell'italia, infatti proprio con lo spauracchio del fascismo siamo stati ingabbiati in una morsa mortale fra la dc ed il pci che nel tempo , in un perverso consociativismo ,hanno consolidato con leggi ad hoc il potere loro e delle loro clientele. Il merito di aver combattuto e liberato il paese non ha trovato il suo sbocco nella creazione di una social democrazia, tipo nordeuropea,ma la stabilizzazione in ideologie dovuta per lo più a causa degli ingenti finanziamenti provenienti dai due blocchi per mantenere fermo un paese di confine quale il nostro senza futuro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog