Cerca

Il prof lo sgrida

Lui lo mette ko

Il prof lo sgrida

Ha dato un pugno in faccia al professore di disegno che lo aveva rimproverato perché era uscito dalla classe durante la lezione, con il pretesto di andare al bagno, senza chiedere il permesso. Protagonista della vicenda è stato un 14enne che frequenta una scuola media di Novara. Il ragazzo, di origine sudamericana, è stato allontanato da scuola dal preside e denunciato alla polizia.
L'episodio è avvenuto nella scuola media Convitto Carlo Alberto, una delle più rinomate di Novara. Il professore ha rimproverato lo studente che, per tutta risposta, ha replicato: "Faccio come mi pare". Poi, subito dopo, gli ha rifilato "un dritto" allo zigomo sinistro. L'allievo, definito un ragazzo difficile, ribelle e ripetente, è stato bloccato dagli stessi compagni, che lo hanno riportato alla calma.
Il professore si è fatto medicare in ospedale. "Un ko", ha commentato il docente, "che ha annullato 37 anni della mia vita di insegnante. Lo zigomo mi duole, ma la ferita che ora mi porto dentro è molto più profonda. E' un ragazzo che avevo anche aiutato nei momenti più difficili".
Il giovanissimo aggressore, invece, ha giustificato il suo gesto sostenendo di aver reagito al professore gli avrebbe toccato la spalla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • auri

    06 Ottobre 2008 - 11:11

    Questo fatto l'ho vissuto anche io, proprio all'età di 14 anni. Terza media, ultima ora di scienze.L'insegnate mi sta interrogando, mentre un mio compagno, si chiamava Salvatore, anche lui ragazzo difficile del profondo sud, inveiva alla finestra contro i passanti. All'improvviso l'insegnante si alza, gli ordina di uscire, lo spintona fuori.Lui, per tutta risposta, le ride in faccia e poi le dà un destro violentissimo. L'insegnante, fisicamente piuttosto minuta, sfonda la porta di legno dell'aula e sviene. Attimi di panico, il ragazzo viene portato via dalle bidelle, tutto si risolse con una denuncia dell'insegnante, poi ritirata, le scuse dei genitori di salvatore e una licenza media ottenuta più per toglierselo dai piedi che non per meriti propri. Finale: Salvatore negli anni è passato da un carcere all'altro ed è deceduto, alcuni anni fa, tossicodipendente e malato di Aids. Ecco, la vicenda mi ha fatto tornare in mente questo mio episodio di gioventù...

    Report

    Rispondi

  • curatola

    05 Ottobre 2008 - 20:08

    Forse il prof capirà che la classe non é una cella e lui un carceriere. Vanno e restano col prof solo chi veramente lo vuole e lo chiede e ne trae profitto,gli altri frequentano liberamente la medioteca . Alla fine della settimana si dialoga inclusi i genitori. La scuola non é un luogo di detenzione e neppure un parcheggio o un parco giochi.

    Report

    Rispondi

  • rebarbaro

    05 Ottobre 2008 - 20:08

    HA FATTO BENE ANZI BENISSIMO. PERCHÉ, FORSE QUELL'INSEGNANTE E TUTTI (RIPETO TUTTI) GLI ALTRI COME LUI SI SONO OPPOSTI AD OLTRANZA, CON L'ASSOLUTEZZA DI SAPERE DI ESSERE DALLA PARTE DEL GIUSTO E COSTASSE CIÓ CHE DOVEVA COSTARE, CONTRO LA FURIA DELLA DOTTRINA SINISTRA E MALEDETTA CHE CANCELLAVA OGNI PRINCIPIO D'AUTORITÁ, CHE FACEVA DELLA SCUOLA UN LUPANARE E UNA GREPPIA PER IL LOSCO PROLIFERARE DELLA PIÚ IMMONDA POLITICIZZAZIONE SINISTRA E SEMPRE MALEDETTA, UNO STRUMENTO PER SPILLARE DENARO A UN PAESE ORMAI DA LORO DISASTRATO, UNA PALESTRA PER UNA SORDIDA POLITICA NEFANDA, UTOPISTICA, SINISTRA, CRIMINALE, ABOMINEVOLE? E ALLORA COSA VOGLIONO E IN NOME DI CHE COSA POI, A QUALE PRINCIPIO SUPERIORE AVREBBE DOVUTO SOTTOSTARE QUESTO INTEMPERANTE RAGAZZINO, FORSE A QUELLO DI UNA LOTTA CONTINUA AD OGNI PRINCIPIO, RETAGGIO O TRADIZIONE? QUINDI BASTA COSÍ : A QUESTO CORPO INSEGNANTE CHE SI PREPARA AD OPPORSI CONVULSAMENTE AD OGNI PARVENZA DI TENTATIVO DI RESTAURAZIONE DI QUALCHE SPARUTO E SPARITO VALORE DI UN TEMPO VENGA FATTO STROFINARE IL MUSO SU QUEGLI STESSI ESCREMENTI DA LORO PURTROPPO GENERATI E QUI VULT CAPERE CAPIAT.

    Report

    Rispondi

  • rompiba

    05 Ottobre 2008 - 20:08

    onore al martire matti juhani saari sarai anche tu sempre nei nostri cuori RIPOSA IN PACE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog