Cerca

Insulti al cardinal Bagnasco

Lettera intimidatoria al presidente della Cei

Insulti al cardinal Bagnasco
Non contiene minacce, ma solo insulti e offese la lettera anonima indirizzata all'arcivescovo di Genova e presidente della Cei, Angelo Bagnasco, e recapitata nei giorni scorsi alla sede dell’Arcivescovado di piazza Matteotti. "Vescovi di m...": è questo uno dei passaggi della missiva imbrattata di escrementi. Gli investigatori, che indagano su un gruppo di anarchici, precisano quindi che si tratta di un messaggio diverso da quelli spediti negli anni scorsi e dalle scritte tracciate sui muri di Genova, che determinarono l'assegnazione di una scorta al porporato.

A mettere in moto lo sconosciuto autore della lettera sarebbero state le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Cei a pochi giorni dal voto sul tema dell'aborto. Non è il primo atto intimidatorio contro Bagnasco. Oltre alle minacce e alle offese, due anni fa era stato consegnato al cardinale un plico con un bossolo e una svastica.

Solidarietà - Il presidente del Senato, Renato Schifani, ha espresso al presidente della Cei la "più sincera vicinanza e solidarietà": "Sono fatti gravi e deplorevoli, che vogliono minacciare il libero pensiero della Chiesa. Le Istituzioni hanno il dovere di condannare duramente e senza appello gesti inaccettabili come questo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andy_mer

    29 Marzo 2010 - 21:09

    Lo diceva anche Catone ... RAGLIO D'ASINO NON SALE IN CIELO.

    Report

    Rispondi

  • dontfeedtheboss

    29 Marzo 2010 - 18:06

    avete corretto.

    Report

    Rispondi

  • dontfeedtheboss

    29 Marzo 2010 - 17:05

    se riporto il dato secondo il quale solo per Libero la missiva indirizzata a Bagnasco conteneva minacce, mentre in tutte le altre testate (di qualsiasi orientamento politico) risulta che minacce non ce ne fossero? Non so dicendo che no nfate bene il vostro lavoro, anzi, magari lo fate meglio di tutti gli altri. Dico solo che è strano che tutti i giornali affermino una cosa e Libero il suo esatto contrario.

    Report

    Rispondi

  • giuliab09

    29 Marzo 2010 - 16:04

    di così, non si può più andare, è disgustoso vedere e sentire persone che perdono ogni sorta di remora, che l 'etica personale sia in caduta libera, tra un pò non ci sara più differenza fra gli umani e le bestie...fermiamoci e riconquistiamo i valori...sarà tutta questa droga libera, che viene esaltata e sta rendendo la maggior parte delle persone inconsapevoli e deliranti?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog