Cerca

Tutti contro Minzolini

La giornalista Maria Luisa Busi insulta e il direttore del Tg1 ribatte: "Scorretta e ingiusta"

Tutti contro Minzolini
I giornalista del Tg1 si ribellano alla decisione del loro direttore Augusto Minzolini. A protestare per ultima è Maria Luisa Busi che dalle pagine di "Repubblica" accusa: non si è trattato di un "ricambio generazionale", ma di una "rappresaglia". La decisione di Minzolini "ha colpito volti storici e professionisti liberi di questo giornale. In 21 anni ho visto altri direttori riconducibili all'area culturale del centrodestra, ma nessuno aveva mai osato tanto", gli spettatori "sono sempre meno" e il clima è "insostenibile".

La lettera di Minzolini
- Immediata la replica del direttore, che agisce per vie formali con una lettera di contestazione indirizzata, per conoscenza, anche al direttore delle risorse umane dell'azienda Luciano Flussi. Alla giornalista viene contestata la mancata richiesta di autorizzazione per l'intervista di ieri, i dati degli ascolti del Tg1 forniti e l'ingiustizia nei confronti di altri colleghi che invece, l'autorizzazione, l'avrebbero chiesta anche per la semplice presentazione di un libro.

Le dimissioni
- «Non è tollerabile che un volto del Tg delle 20 sconfessi la linea del Telegiornale che interpreta ogni sera. Per coerenza si dimetta». Così il consigliere della Rai Antonio Verro,commenta le affermazioni della conduttrice,e difende Minzolini: «Fa scelte aziendali e professionali: i tre conduttori rimossi vengono sostituiti da un volto nuovo come la Chimenti. La Grimaldi e Giorgino meritano il Tg1 delle 20». Verro smentisce inoltre la Busi sui dati d'ascolto e suggerisce all'azienda di chiederle i danni.

L'intervento della Fnsi - Nel caos Rai interviene la Federazione nazionale della Stampa, sottolineando che "nell'espressione delle idee nessun giornalista deve chiedere il permesso. I poteri del direttore in materia non possono mai essere messi in conflitto con le prerogative e i diritti derivanti da ruoli e qualifiche professionali maturati. Sono cose che succedono oggi al Tg1 e che non appaiono affatto normali. Ciò è ormai risaputo e non è liquidabile con battute".

Il dibattito politico - Intanto anche i politici dibattono sul tema. Per il portavoce dl Pdl Daniele Capezzone "gli attacchi contro Augusto Minzolini sono ormai sempre più infondati e sempre più faziosi". A suo avviso "è paradossale che vi siano torme di soggetti che, senza averne alcun titolo, pretenderebbero di stabilire al posto del direttore del Tg1 chi debba svolgere l'una o l'altra funzione all'interno della compagine redazionale. Questa campagna contro Augusto Minzolini è ormai logora, mostra la corda, oltre ad essere sconfessata dai successi di ascolto del Tg1". Dall'Idv invece il senatore Francesco Pancho Pardi esprime "piena solidarietà a chi, nella redazione del Tg1 e nella Rai in generale, non si piega alle pressioni che arrivano direttamente da Berlusconi e resiste nonostante le vergognose epurazioni in corso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • olga.antonelli

    08 Aprile 2010 - 17:05

    Fino ad ora chi ha comandato, indirizzato, programmato in RAI è stato il sinsdacato Usigrai. Non mi meraviglia che la Sig.ra Busi si senta "epurata" dopo aver vissuto una vita come una delle la cocche di mamma Rai e del suo potente sindacato. E' ora di cambiare registro, non vi pare? Solo in Rai, un normale avvicendamento del personale viene considerato "epurazione": i suoi dipendenti (fissi) sono viziati fino all'inverosimile.

    Report

    Rispondi

  • shineangelic

    08 Aprile 2010 - 15:03

    E il TG1 non lo guardo. Meglio il TG4 di Fede !!! Ma piuttosto guarderei anche studioaperto o il TGPadania

    Report

    Rispondi

  • Liberovero

    07 Aprile 2010 - 14:02

    a fare una battaglia di libertà nei confronti di chi la libertà è solo uno slogan o una parte del nome di un partito politico. Il dott. Minzolini non dirige il TG1 per meriti professionali o per spiccate doti di indipendenza o di rispetto verso gi telespettatori, lo dirige perchè è stato "nominato" dal Suo mentore a cui deve tutto, perfino la dignità ed il decoro che la professione cui appartiene gli impone. Avere idee o simaptie politiche è umano e comprensibile, ma il rispetto per la verità dovrebbe prevalere sulle simpatie altrimenti più che di servizio pubblico si tratta si servilismo privato. L'altra sera il TG1 ha diffuso le parole di apprezzamento del Presidente della Repubblica verso la Protezione Civile. Minzolini e i suoi deguaci si sono fermati qua. La notizia completa l'ho appresa solo da SKY TG24 ed è la seguente. Il Presidente della Repubblica apprezza la Protezione Civile ma auspica che la stessa si occupi solo delle calamità e delle emergenze pubbliche. Chiaro?

    Report

    Rispondi

  • _Fenix_

    07 Aprile 2010 - 12:12

    leggete il FATTO QUOTIDIANO, non i venduti di LIBERO ed IL GIORNALE... "fatti processare, PUFFONE!"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog