Cerca

Disturba processione urlando "No Gesù"

Magrebino 30enne fermato dai carabinieri

Disturba processione urlando "No Gesù"
Ha disturbato la tradizionale processione del Venerdì Santo a Pieve Santo Stefano (Arezzo), gridando “No Gesù”. Per questo motivo, un 30enne marocchino è stato fermato dai carabinieri.
Ieri sera, intorno alle 21,30, si è inserito tra i fedeli fermi alla prima delle 14 stazioni della via Crucis, e ha iniziato a urlare nella sua lingua e poi in italiano “No Gesù, no Gesù”.
Un maresciallo dei carabinieri ha cercato di calmare il marocchino che ha reagito spintonando il militare, innescando una colluttazione.
L'uomo è stato quindi bloccato con l'intervento di un altro carabiniere e di due ex militari che partecipavano alla processione. Il magrebino è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La processione si è conclusa regolarmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • darkstar

    05 Ottobre 2011 - 12:12

    Qualche sinistro amante degli islamici potrebbe provare ad andare in un paese islamico e gridare "no Maometto" durante una funzione religiosa, poi vediamo come va a finire !

    Report

    Rispondi

  • mirko91cagliari

    05 Aprile 2010 - 14:02

    Bella risposta alla nostra accoglienza! Va rimandato subito a casa sua a malo modo!

    Report

    Rispondi

  • Jexpo

    03 Aprile 2010 - 21:09

    Gli italiani devono cominciare ad espatriare tutti gli extra communitari che sono in Italia illegalmente se vogliono tener controllo della loro cultura, questo e solo l'inizio. Vivo negli USA da oltre 30 anni e ho visto un enorme cambio con l'influsso illegale di messicani, una volta che s'infiltrano nella politica non si fermano piu', cambieranno le leggi a loro favore e non c'e nienete che nessuno puo' fare. No, non sono pazzo, sono onesto.

    Report

    Rispondi

blog