Cerca

Benzina, i prezzi riprendono a salire

Dopo la tregua pasquale ancora aumenti

Benzina, i prezzi riprendono a salire
Dopo la tregua pasquale, i prezzi della benzina riprendono a salire, con la Q8 che vola oltre 1,42 euro al litro. Stando alla consueta rilevazione della Staffetta Quotidiana, la Q8 ritocca la benzina di 1,5 centesimi portandola a 1,425 euro e il gasolio di 2 centesimi a 1,259 euro.
Erg ha rialzato di 1 centesimo il prezzo di riferimento della benzina e del diesel portandosi rispettivamente a 1,418 euro/litro e 1,244 euro/litro, mentre Q8 è salita di 1,4 centesimi su entrambi i prodotti fino a 1,424 e 1,254 euro/litro. Shell, infine, ha ritoccato all'insù di 0,2 centesimi il prezzo della verde, ora a 1,424 euro/litro, e di 0,5 centesimi quello del gasolio, a 1,254 euro/litro. Ferme tutte le altre compagnie, con Agip che non varia i listini dal 18 marzo.

Di seguito la tabella aggiornata dei prezzi consigliati ai gestori: Agip 1,409 1,236 Api 1,408 1,235 Erg 1,418 (+0,010) 1,244 (+0,010) Esso 1,409 1,234 Ip 1,408 1,235 Q8 1,425 (+0,015) 1,259 (+0,020) Shell 1,422 1,249 Tamoil 1,408 1,239 Total 1,411 1,241.
I “prezzi di riferimento QE” di benzina e diesel sono rilevati ed elaborati giornalmente da Quotidiano Energia e rappresentano un indice medio nazionale del posizionamento commerciale delle compagnie, e non tengono conto delle differenze praticate dai singoli impianti nè delle diverse fiscalità geografiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • romsea

    11 Aprile 2010 - 10:10

    se vogliamo veramente aiutare la crescita in questo paese italia la prima cosa da fare secondo me" e quella di bloccare il prezzo dei carburanti che ha raggiunto prezzi molto alti in confronto ai paesi europei ne va della nostra economia perche"il costo della spesa giornaliera aumenta e la povera gente e costretta a comprare meno,i petrolieri ne aprofittano per riempirsi le tashe.il governo deve avere la forza di bloccare il prezzo perlomeno per tre mesi poi aumento e ribloccare il prezzo per altri tre mesi e cosi via potrebbe essere una soluzione.

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    08 Aprile 2010 - 08:08

    Per lavoro (maleddetto lui e i clienti non paganti) mi devo fare circa mille e più chilometri a settimana.......Con conseguente acquisto di oro nero, mai termine fù più appropriato.Sono stufo di fare un pieno e vedere uscire di tasca ogni volta 50 e più euro dalle mie tasche per un liquido che cresce sempre più.....e nessuno che faccia nulla! parlano di centesimi che dovrebbero togliere ma io dico che ne dovrebbero togliere a decine. L'anno scorso che costava molto di più al barile, la benzina era una ventina di centesimi meno cara, ed allora dov'è l'inghippo? Solo che questo governo come gli altri precedenti con ste porcate delle accise e tasse varie (ancora adua abissinia e belice per citarne un paio) ci martellano i cosidetti spremendoci come limoni ormai asciutti. Se riesco a trasformare in biodiesel la mia macchina lo faccio....son stufo di regalare quello che fatico a guadagnare. VERGOGNA E SCHIFO

    Report

    Rispondi

  • blues188

    07 Aprile 2010 - 11:11

    Mi lamento come tutti del caro-benzina che non ha giustificazioni. Ma vedo anche 7 milioni di persone che fanno il weekend pasquale e riempiono la Salerno-Reggio o le altre autostrade, quelli che quando vado a 80/90 all'ora in super strada mi fanno il segno del dito medio mentre mi sorpassano a 130 Km/ora (e più), quelli che sbuffano mentre mi seguono e che vedo nel retrovisore fare gesti di chi ha fretta, quelli che hanno sempre premura per essersi alzati tardi o perché gli amici al bar aspettano. O quelli che non rinunciano alla gita fuori città, quelli che hanno la mania della pista su strada, quelli che insomma la benzina non interessa quanto costa.. eccetera. È solo colpa dei petrolieri? Siamo un popolo così, che farci?

    Report

    Rispondi

  • tamiso

    07 Aprile 2010 - 10:10

    sicuramente il prezzo varia con le quotazioni ma sembra che si voglia non vedere che la maggioranza del prezzo è costituita da accise e queste il governo le può abbassare oppure no?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog