Cerca

Stress elezioni, non eletto tenta il suicidio

Era candidato al consiglio comunale di Venezia

Stress elezioni, non eletto tenta il suicidio
Le elezioni sono uno stress, non solo per gli elettori evidentemente. Il primo dei non eletti alle recenti comunali di Venezia ha infatti tentato il suicidio, gettandosi dal terrazzo della sua casa a Mestre. Si tratta di un giovane rappresentante dell'Idv, che era appunto risultato il primo dei non eletti alle ultime elezioni del capoluogo veneto.

Andrea Renesto
, uno studente di ingegneria 27enne, si è salvato, ma è in gravi condizioni. Secondo quanto raccontano i giornali locali, i genitori hanno ipotizzato che il figlio abbia tentato di uccidersi perché si sentiva «schiacciato dalla responsabilità» di dover entrare nel consiglio comunale di Venezia, nonostante la mancata elezione.

Renesto, infatti,
sarebbe probabilmente entrato nell' assemblea municipale di Cà Farsetti in surroga di uno dei consiglieri Idv eletti che verrà nominato nella nuova giunta comunale di Giorgio Orsoni. Il giovane si trova attualmente ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale All'Angelo di Mestre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • linhof

    07 Aprile 2010 - 21:09

    DI PIETRO, ANCHE DA MAGISTRATO HA SUICIDATO TROPPE PERSONE, BUTTARLO FUORI DAL PAESE, COMPERATERGLI DELLE CAPRE E SPEDITELO DOVE NON POSSA FARE ALTRI GUAI.

    Report

    Rispondi

  • maialina2

    07 Aprile 2010 - 12:12

    lo dovevi far fare al tuo capo e sottocapo

    Report

    Rispondi

blog