Cerca

Cucchi è morto per disidratazione

Gli esperti incaricati dai pm accusano i medici dell'ospedale Pertini di mancata assistenza

Cucchi è morto per disidratazione
Stefano Cucchi è morto per mancanta assistenza medica. E' quanto si legge nella consulenza degli esperti incaricati dal pm Vincenzo Barba e Maria Francesca Loy, che indagano sulla morte del giovane deceduto il 22 ottobre scorso, dopo sei giorni di reclusione. La causa del decesso - come già riscontrato dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficienza del servizio sanitario - è da individuare nella disidratazione. Rispetto alle lesioni riscontrate sul corpo di Cucchi, alla colonna vertebrale e a livello dell'osso sacro e del coccige, i consulenti hanno invece rilevato che non tutte risalgono a poche ore prima della morte. Alcune fratture sarebbero, quindi, datate e altre collegate al pestaggio.

Sono nove, al momento, le persone indagate: sei medici dell'ospedale Pertini, accusati di omicidio colposo per negligenza professionale, e tre agenti penitenziari, cui è contestato l'omicidio preterintenzionale per un presunto pestaggio nelle celle sotterranee del tribunale di piazzale Clodio.

Risultati contrastanti
- La sorella della vittima, Ilaria Cucchi, ha commentato: "Non sapevo nulla dell'esito dei periti della procura. Nessuno mi ha avvertito. Peraltro il risultato contrasta con la perizia dei nostri consulenti secondo cui quelle fratture erano tutte recenti e non pregresse. Rimane comunque, secondo noi, un rapporto diretto tra le lesioni e la morte di Stefano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    10 Aprile 2010 - 22:10

    ma fino a quando,dobbiamo sentire balle?

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    08 Aprile 2010 - 14:02

    tutti qua, a preoccuparci della vita del povero Cucchi, che forse si poteva salvare....era un drogato: i drogati, hanno forse rispetto della propria vita e della propria salute? Sinceramente , vorrei vedere riservato tanto clamore mediatico agli sventurati che perdono la vita sul lavoro.....

    Report

    Rispondi

  • lefcada

    07 Aprile 2010 - 19:07

    Qual'era lo stato del povero Cucchi quando è stato portato al Pertini? Le lesioni forse se le è procurate da solo? perchè si dice che è morto per disatrazione se questa è stata la causa finale? Perchè non si dice che è stato pestato e trattato neanche come un animale. Strano paese il nostro dove un pompiere si arrampica sopra un albero per salvare un povero gatto finito lì per non so quale motivo e poi un essere umano lo si ammazza di botte solo perchè chi, in quel momento lo aveva in custodia, indossava una divisa che certamente ha disonorato. Strano paese il nostro dove il padre di una figlia in coma da 17 anni chiede una fine dignitosa, tutti si muovono, con fini diversi, affinchè ci sia una alimentazione forzata e poi si lascia morire un POVERO CRISTO solo, come un cane! che strano paese il nostro!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    07 Aprile 2010 - 18:06

    Non capisco allora come Cucchi si sia disidratato. Ogni effetto ha una sua causa: forse era diabetico mellito o insipido? Forse aveva avuto scariche diarroiche e vomito incoercibile, tipo sindrome colerica? Forse si era presentato in coma e quindi incapace di bere e di alimentarsi? E se il pz. era in fase di negativismo e rifiutava ogni terapia, cosa dovevano fare i medici? Le garlo, immobilizzarlo ed agire senza il suo consenso? Non dice forse la legge che senza il consenso del paziente non si può agire in alcun modo contro la sua volontà? Quante volte per questo si è invocata la costituzione? Sapeste quante volte i pz. si staccano tutto essendo in stato confusionale ed i medici sono costretti a legare mani e piedi, ma in ambiente isolato, come nelle rianimazioni, nessuno può vederti, altrimenti si rischierebbe una denuncia per uso di mezzi di contenzione. Poveri medici, carne da procure sono diventati, tutti ad accusarli di malasanità.Discorso a parte meritano ALCUNE capre post68ine

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog