Cerca

Lombardo: "Domani farò i nomi dei collusi"

Grande attesa per l'assemblea della Regione Sicilia

Lombardo: "Domani farò i nomi dei collusi"
La miglior difesa è l'attacco. Infatti il governatore siciliano Raffaele Lombardo è pronto a fare i nomi dei politici collusi con la mafia. "Domani all'assemblea nazionale siciliana farò i nomi dei politici collusi" ha detto secco il presidente della Regione. L'assemblea è convocata per martedì alle 16 a Palazzo d’Orleans.

Davanti all’Assemblea regionale siciliana Lombardo farà delle dichiarazioni indubbiamente legate alle recenti vicende giudiziarie che lo hanno coinvolto in prima persona, andando anche oltre: "Diremo chi sono i politici legati alla mafia e agli affari - ha detto Lombardo - dimostrando che non siamo noi quelli da indagare ma altri". Riguardo i nomi che il governatore potrebbe rivelare domani, Lombardo ha aggiunto: "Queste cose - ha spiegato - vanno fatte nei luoghi deputati. Domani all'Ars dirò qualcosa di forte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giuliab09

    13 Aprile 2010 - 15:03

    sia , come persona , questo signore sta veramente dequalificando sempre più la classe dirigente della Sicilia, speriamo che il pdl e le persone di buona volontà rivolgano i loro consensi a persone che possano rappresentarli ,nazionalmente, più degnamente!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Aprile 2010 - 17:05

    Che persona adamantina: I nomi li farà domani. Non oggi, e neppure ieri e neppure prima, prima che sapeva e taceva. E tacendo manteneva collusioni con quei nomi e nello stesso tempo li ricattava col suo silenzio. Quest'uomo, buono solo a piangere soldi allo Stato (ma Berlusconi molla, basta tirargli la giacca e lui sgancia i danèe) ma completamente inefficiente per la sua regione che forse merita ben altro. Che splendido esempio di fogna morale, questo Lombardo che di lombardo ha solo il cognome senza gli altri requisiti, neppure uno. Meno male che non è qui al Nord, davvero meno male (anche se dubito che sarebbe stato eletto).

    Report

    Rispondi

blog