Cerca

Sorpreso nudo in auto con 4 minorenni

Secondo il Tribunale non si tratta di tentata violenza sessuale

Sorpreso nudo in auto con 4 minorenni
Antonio Cavallari non è responsabile di tentata violenza sessuale, ma di corruzione di minorenni. Ciò è quanto ha sentenziato la Corte d'Appello di Brescia riducendo da 4 anni e 8 mesi a 4 anni e 2 mesi la condanna di primo grado.

Il pensionato bresciano lo scorso ottobre aveva caricato in auto 4 bambine, che si trovavano un nei pressi di un centro commerciale, e si era appartato con loro in una strada di campagna poco frequentata. Una pattuglia della Polizia Stradale del distaccamento di Montichiari aveva però notato la macchina, e una volta avvicinatasi, aveva sorpreso all’interno dell’abitacolo l’uomo nudo masturbarsi in presenza delle minori spaventate e in lacrime.

«Considero vergognosa e oltraggiosa al pudore e dignità della persona, ancor più se la persona è un minore, la sentenza della Corte D'appello di Brescia, che, ritiene non vi sia stata violenza nelle azioni del pensionato scoperto e arrestato dalla polizia in una stradina a Carpenedolo» ha dichiarato Aurelia Passaseo, presidente del Ciatdm (Coordinamento internazionale Associazioni per la tutela dei Diritti dei Minori).

«Ritengo che la Corte nel stabilire che non vi fu violenza in danno delle minori nell'atto del pensionato che venne trovato nudo dinnanzi a quattro minori che si stava masturbando, non ha tenuto conto che comunque, anche se, non vi è stata la violenza e l'abuso sessuale in danno delle minori, comunque nel gesto del pensionato vi è stata una violenza psicologica in danno alle quattro minori, e inoltre crediamo che vi sia stato anche un atto di sequestro di persone, perché di fatto le bambine seppur adescate nel centro commerciale, venivano tenute sotto sequestro dal pensionato. Pertanto troviamo grave la decisione della Corte d'Appello che - ha concluso - oltretutto ha anche ridotto la condanna inflitta al pensionato. A tale proposito auspichiamo che la famiglia e il legale delle minori ricorrano in Cassazione avverso questa sentenza, e che la Cassazione tenga conto anche degli aspetti e risvolti psicologi e del danno che le quattro minori hanno subito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    04 Gennaio 2011 - 16:04

    Se poi qualcuno si fa giustizia da solo non posso che dargli ragione. Mi chiedo cosa ci stanno a fare i giudici se poi si leggono queste sentenze. Queste bambine si porteranno dietro, marchiato nella mente, l'episodio per tutta la vita e probabilmente segnerà il loro futuro. La Giustizia non è più prerogativa della magistratura, spero che la casta si faccia un esame di coscienza e diventi un pochino più coerentemente conforme alla legge, quella legge imparziale che tutti ci aspettiamo

    Report

    Rispondi

  • francyderasmo

    04 Giugno 2010 - 21:09

    mi chiedo davvero con quale coraggio questi giudici intonacati,che dovrebbero garantirci giustizia, possano aver diminuito la pena al pensionato. soltanto immaginare un sudicio maiale che si permetta di portare in macchina 4 bambine doveva garantirgli come minimo 15 anni di galera. ma adescare delle bambine e trattenerle in macchina facendole assistere alla sua masturbazione non e' gia' perseguibile come sequestro di persona e atti osceni in luogo solitario con costrizione forzata ad osservare? ma altri pedofili non si sentiranno autorizzati a fare la stessa cosa? ma insomma si puo' sapere come interpretano il codice? certo che se speriamo di essere difesi dagi abusi di vario tipo forse e molto meglio rischiare una giustizia sommaria e difenderci da soli, almeno andremo forse in galera, ma con la soddisfazione di aver tolto di mezzo un pervertito.

    Report

    Rispondi

  • francyderasmo

    04 Giugno 2010 - 21:09

    mi chiedo davvero con quale coraggio questi giudici intonacati,che dovrebbero garantirci giustizia, possano aver diminuito la pena al pensionato. soltanto immaginare un sudicio maiale che si permetta di portare in macchina 4 bambine doveva garantirgli come minimo 15 anni di galera. ma adescare delle bambine e trattenerle in macchina facendole assistere alla sua masturbazione non e' gia' perseguibile come sequestro di persona e atti osceni in luogo solitario con costrizione forzata ad osservare? ma altri pedofili non si sentiranno autorizati a fare la stessa cosa? ma insomma si puo' sapere come interpretano il codice? certo che se speriamo di essere difesi dagi abusi di vario tipo forse e molto meglio rischiare una giustizia sommaria e difenderci da soli, almeno andremo forse in galera, ma con la soddisfazione di aver tolto di mezzo un pervertito.

    Report

    Rispondi

  • renatarossi

    31 Maggio 2010 - 23:11

    gradiremmo sapere i nomi dei giudici,che dovrebbero pagare le sedute dallo psicologo di quelle povere bimbe,nonchè i costi dei processi che ci saranno ancora,quando il maniaco uscirà,naturalmente prima della scadenza della condanna.Non hanno figlie,i togati?O le loro vanno in giro con autista,baby-sitter e scorte .....?Forse il taglio dei loro stipendi servirebbe,piuttosto che invogliarli a farsi corrompere,a vedere come vivono gli ALTRI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog