Cerca

13enne invia proprie foto porno in cambio di ricariche

Indagate 34 persone, 29 minorenni

13enne invia proprie foto porno in cambio di ricariche
Inviava proprie foto porno in cambio di ricariche cellulari. Si tratta di una ragazzina di 13 anni che inviava gli mms hard inizialmente ai compagni di scuola, poi a numerosi altri giovani in Friuli e Veneto.
La vicenda è stata scoperta dai Carabinieri di Tolmezzo in provincia di Udine, che hanno sequestrato decine di telefonini, chiavette USB e hard disc di computer con foto e brevi filmati porno della ragazzina.

I sequestri sono stati fatti su ordine della Procura della Repubblica di Tolmezzo e della Procura della Repubblica per i minorenni di Trieste, che hanno anche iscritto 34 persone nei registri degli indagati per reati relativi alla pornografia minorile: 29 indagati sono minorenni e cinque hanno da poco tempo superato i 18 anni.

L'inchiesta è scattata nei mesi scorsi sulla base di una serie di elementi che i Carabinieri hanno acquisito controllando il mondo giovanile in alcuni comuni della fascia collinare friulana. Le due Procure hanno così deciso di tenere sotto controllo una serie di numeri telefonici e hanno scoperto che la ragazza, che all'epoca frequentava la scuola media, trasmetteva le foto porno - nelle quali comunque il viso non era visibile - e brevi filmati in cambio di ricariche del cellulare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    14 Aprile 2010 - 19:07

    che mestiere fa,se lavora?

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    14 Aprile 2010 - 16:04

    Sarò pur anco medioevale,ma se le madri,invece di "realizzarsi" solo nel lavoro,si "realizzassero" di più come madri standosene a casa a curare la prole COME SI DEVE,il mondo andrebbe avanti un poco meno alla rovescia di come sta andando. Ovviamente e conseguentemente,i mariti dovrebbero guadagnare di più...

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    14 Aprile 2010 - 13:01

    Signori della politica e del governo, forse, presi dalle peculiarità infantili del sempre litigare per il nulla,non vio siete accorti che vi sta sfuggendo di mano la nostra gioventù. Un popolo, quando perde i suoi giovani ha perso la propriia anima e senz'anima non vè più avvenire perchè i giovani saranno il futuro di un popolo e se questi sono marci,tutto il futuro sarà marcio. E' ora che chi governa e chi sta a capo delle istituzioni incominci a dare il buon esempio di rettitudine di vita e se questi non sono buoni, il problema non è politico di sinistra o di destra ma morale e allora,cacciamoli via tutti. Spero che qualcuno capisca e non se ne esca con frasi stupide ma ci facci vedere se ha capito.

    Report

    Rispondi

blog