Cerca

Usa, prete indiano molesta teen-ager

Dichiarato colpevole viene trasferito in Toscana

Usa, prete indiano molesta teen-ager
Don Vijara Bhaskar Godugunuru, il prete indiano che nel 2006 molestò in Florida una teen-ager, si troverebbe attualmente in Toscana. Lo riferisce Jeff Anderson, l'avvocato di St. Paul in Minnesota che si sta occupando del caso.

«L'appello della famiglia della ragazza a Papa Benedetto XVI è rimasto inascoltato», ha dichiarato Anderson in un comunicato. La madre della giovane, infatti, aveva scritto una lettera al Papa nell’agosto del 2007, dopo la dichiarazione di colpevolezza di don Godudunuru, in seguito alla quale la Corte gli aveva ordinato di fare ritorno in India.

Don Godudunuru invece è stato trasferito in Italia, vicino a Pienza, dove  lavorerebbe come vice-parroco nella chiesa del Ss. Nome di Maria in località Querce al Pino della diocesi di Montepulciano. Lo studio Anderson ha allegato al comunicato l'elenco dei preti in servizio alla diocesi italiana aggiornato al maggio 2009, nel quale compare il nome del sacerdote indiano.

Sempre secondo Anderson la diocesi di Pensacola-Tallahassee in Florida nel 2007 inviò al Cardinale Levada, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, tutta la documentazione relativa a don Godudunuru, compresi il rapporto dello sceriffo e la perizia dello psicologo. La giovane ha ora deciso fare causa alla diocesi per corresponsabilità negli abusi. «É tipico di come il Vaticano affronta i casi di abusi sessuali da parte del clero» ha dichiarato Anderson.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    17 Aprile 2010 - 09:09

    forse, in Toscana, non ci sono fanciulle da molestare? Toglietegli la tonaca, che questo la usa per fare il porco....

    Report

    Rispondi

  • pippo65

    15 Aprile 2010 - 12:12

    i mass media pilotati da certe lobby sinistre (non di sinistra, ma poco chiare) parlano ormai costantemente contro il papa ed il cattolicesimo. Veramente ci siamo dimenticati del signor Juliano Verbana capo della più grande associazione pedofila mondiale, misteriosamente evaso in elicottero l'anno scorso da un carcere di massima sicurezza? Ci siamo dimenticati dello scandalo pedofilia in Belgio che coinvolgeva i vertici del governo, compreso il presidente UE? E vi siete mai chiesti chi scrive gli articoli anti papisti del NY Times? E degli scandali di pedofilia delle varie associazioni ebraiche americane sempre taciuti? O gli scandali di pedofilia dei boy scout americani e di altre nazioni? Chiediamoci cosa ne pensa Mr Gordon Brown della pedofilia. Mah! Come mai solo i preti cattoli ed il papa e solo ora vengono attaccati e con tale veemenza? Qual'è il vero nemico, il Papa o il sig. Obama e gli altri potenti della terra ?Sono un dietrologo? Adesso come adesso sì!

    Report

    Rispondi

  • MPVG

    15 Aprile 2010 - 12:12

    Certo, l'avvocato Anderson, lo stesso "flagello della Chiesa" che ha intascato un sacco di soldi con le sofferenze dei suoi clienti e non vede l'ora di trovare un pretesto per spillare altri soldi al Vaticano! E poi l'articolo non è chiaro: quale sarebbe l'accusa? Non aver risposto a una lettera? E allora a Babbo Natale che gli facciamo?

    Report

    Rispondi

  • alphacento

    15 Aprile 2010 - 10:10

    Spero vivamente che nessun membro della chiesa cattolica si sogni di dichiarare che c'è una connessione tra pedofilia/molestie/abusi e l'etnia delle persone.

    Report

    Rispondi

blog