Cerca

I magistrati non vogliono lavorare in Sicilia e Calabria

Vacante il 70% dei posti nelle sedi "disagiate". Il Csm pronto ai trasferimenti d'ufficio

I magistrati non vogliono lavorare in Sicilia e Calabria
Niente da fare. Nonostante la scarsa offerta di lavoro, non ci sono magistrati disponibili per andare a lavorare nelle sedi cosiddette disagiate. Concentrate, soprattutto, nelle regioni del Sud come Sicilia e Calabria. Per oltre il 70% dei posti per magistrati offerti con l'ultimo bando pubblico indetto per far fronte alle gravi carenze di organico nelle procure d’Italia non ci sono state richieste. La situazione più grave si registra nel Sud: in Sicilia, dei 33 posti vacanti pubblicati, solo 7 verranno coperti, ed in Calabria solo 5 su 20. Il Csm, a questo punto, è deciso a dare il via ai trasferimenti d’ufficio, come prevede la nuova normativa, approvata alla fine di febbraio, messa a punto dal Guardasigili Angelino Alfano.
"Il sistema dei trasferimenti su disponibilità è fallito - afferma Alfredo Viola, presidente della Terza Commissione del Csm -   dunque non ci sono altre possibilità rispetto ai trasferimenti  d'ufficio obbligatori". Palazzo dei Marescialli, invierà al Guardasigilli la lista dei posti vacanti definitiva, avviando un'interlocuzione con via Arenula. Il ministro dovrà indicare quali sedi coprire con priorità e poi toccherà al Csm valutare quali magistrati trasferire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    22 Aprile 2010 - 14:02

    Mandateli nello Zimbabwe

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    21 Aprile 2010 - 16:04

    Bliz e sequestro di beni, poi la catena alla Sant’Antonio criminale, che rifornirà d’armi, soldi e ripari anche quando sono in galera nei permessi e all’uscita con cavilli da galera! Chi ha torto? Ovvio, la Magistratura con evidenza che si rifiuta di applicare le Leggi che il Governo Berlusconi che vara in Parlamento, poi nel sentire Presidente di un qualsiasi Tribunale leggere la di sentenza assoluzione o di condanna “ In nome del Popolo Italiano ” e notiamo che alle loro spalle la scritta in grande “ La Legge è uguale per tutti ” bufala bella è buona, visto il caos e burocrazia di lungaggine dei processi, per arrivare ad emettere una sentenza. Condanne o castigare chi commette il danno o incompetenze il Csm come al Magistrato milanese l’assolve e, il detto “ cane non mangia cane “, è legittimo pensarlo non vi pare? Senza contare leggere le motivazioni di certe sentenza di Cassazione, alquanto stranite come per lo stupro della donna che, chi indossa la minigonna è quasi puttana ed onesta a quanto pare, quella che aveva i pantaloni! Che cosa dire ad apprendere “chiaramente la vittima predestinata' di un''imboscata organizzata ai suoi danni ” sentenza su Marrazzo? Comunque, per il premier tanto clamore per aver dato un passaggio aereo ad amici che diventa sprecone! Mi chiedo perché non si possa riformare Csm, abolire Anm di cui mi appare strano che chi deve difendere i cittadini possa scioperare in Piazza, meglio che siano eletti dai cittadini locali e Nazionali quelli di Cassazione. In poche parole non mancano Leggi, anzi sono troppe basta solo che le condanne sia esemplari certe e senza permessi o sconti o grazia ancor peggio farli sposare o permettere l’inseminazione artificiale per mettere al mondo un altri piccoli criminali? Umanità o imbecillità lasciare in galera esseri umani che, seppure condannati, il danno commesso lo sa solo chi lo fa e Dio? Io credo che la galera è da abolire a favore di lavori Sociali e farli lavorare nella“ Protezione Civile ”, tutti con microchip e domiciliati nelle loro abitazioni, tranne che per gli ergastolani ai bagni penali con relativo lavoro coatto, niente 41bis disumano di cui la Chiesa tace! Lo sappiamo nell’atto criminale, questi non hanno offerto amore all’essere umano? Ergo, non è possibile che si arrestano anche in modo eclatante, per poi premiarli liberandoli in anticipo o licenza premio, mentre i cittadini indigenti non se possono permettere per le molte tasse, Ici, energia elettrica, gas, medicinali, ticket, vitto e alloggio, mentre a criminali gratis ed esentasse! Forse, per sentirsi umani, senza contare il dolore delle vittime, la morale degli operatori e Forze dell’Ordine che per arrestarli, hanno perso tutto persino se sparano, l’onore con una miseria di salario poco più di mille euro il mese? Morale, sarebbe rivederli recidivi solo dopo pochi mesi o anni, visto che molti se vogliono rigare diritto come potrebbero trovare un lavoro, visto che non sanno fare niente a parte il criminale, il finocchio o la puttana cose che imparano nelle Università chiamata “ Carcere Circondariale di Rieducazione o patrie galere, senza contare che nello schedario Giudiziario la loro fedina penale e macchiata e non pulita! Ecco del perché una volta finito il periodo di restrizione con microchip e lavoro coatto, la casella deve essere pulita! Solo così questi, si comporterà bene datosi che avranno imparato un mestiere o una professione che li condurrà sulla retta via ed utili alla società. http://www.youtube.com/watch?v=CD-APbCBUmE Napoli Far west nel bowling di Pozzuoli video choc. http://vincenzoaliasilcontadino.splinder.com/ http://vincenzoaliasilcontadino.ilcannocchiale.it/ http://www.facebook.com http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2010/20-aprile-2010/ecco-come-sparano-killer-ragazzini-nuovo-video-choc-napoli--1602872443875.shtml http://www.libero-news.it/news/394664/I_magistrati_non_vogliono_lavorare_in_Sicilia_e_Calabria.html

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Aprile 2010 - 23:11

    No Calabria, no Sicilia?Allora andate a spasso!

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    20 Aprile 2010 - 20:08

    Per cittadini siciliani e calabri che hanno i requisiti culturali e fisici richiesti,sarebbe il caso di bandire dei concorsi locali. Penso che si potrebbe risolvere il problema anche perchè, un giovane che si sposta dal suo Paese nativo che vive in famiglia andare in altre zone,diventa,come primo impiego,molto difficile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog