Cerca

Strada querela "Libero" e "Il Giornale"

"Ci aspettiamo un titolo con scritto sono innocenti. Ma la spazzatura non lo farà, continueranno a fare il loro sporco mestiere"

Strada querela "Libero" e "Il Giornale"
Il fondatore di Emergency, Gino Strada, ha querelato Libero e Il Giornale per i titoli dei giorni scorsi sui tre operatori arrestati in Afghanistan. Nel corso di una conferenza stampa, Gino Strada, ha ricordato l'apertura dell'inchiesta per calunnia contro ignoti da parte della Procura della Repubblica di Roma e, a tal proposito, ha mostrato due prime pagine del quotidiano di Feltri con titoli che annunciavano le confessioni da parte dei tre operatori dell'Ong: «Questa è spazzatura. Adesso ci aspettiamo che facciano un titolo a tutta pagina con la scritta "Liberi, sono innocenti". Ma la spazzatura non lo farà - ha proseguito Strada - andranno avanti a fare il loro sporco mestiere». Senza poter brandire copie di Libero per aria, il fondatore di Emergency ha aggiunto: «Abbiamo querelato anche la mini spazzatura che è Libero».

La colpa del giornale sarebbe quella di aver, in qualche modo, accusato i tre arrestati, Marco Garatti, Matteo Dell'Aira e Matteo Pagani. Riportiamo un passaggio del pezzo di Luigi Santambrogio, pubblicato martedì 15 aprile, che mostra esattamente il contrario: "Accusa, diciamolo, che ha tutta l’aria di essere una montatura araba, congegnata per chissà quali torbidi obiettivi. Fino alla grottesca confessione di colpevolezza rilanciata dal Sunday Times di Londra e  poi smentita anche dalle stesse fonti della polizia afghana.
Libero-news.itLibero-news.it

L'accusa ai tre operatori di Emergency ha tutta l'aria di essere una montatura araba

I tre italiani probabilmente niente hanno a che spartire con i piani assassini dei talebani: sono innanzitutto volontari che sono in Afghanistan  per curare corpi dilaniati dalle mine e riaggiustare arti di bambini straziati dalle schegge delle bombe. Piovute dal cielo o lanciate dalle cinture esplosive dei kamikaze. Il portavoce del ministero dell’Interno di Kabul ha già modificato la sua posizione, smentendo di aver mai accusato i tre di aver nascosto armi e granate nell’ospedale di Lashkar Gah. Meno male".


Controquerela del Giornale - La Società Europea di Edizioni, editrice del Giornale, ha dato mandato ai propri legali di "intraprendere ogni e più opportuna azione a tutela della propria reputazione ed immagine professionale nei confronti del signor Gino Strada che questa mattina, durante la conferenza stampa di Emergency, si è espresso, nei confronti della testata, con pesanti ed intollerabili giudizi diffamatori". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dondolino

    27 Aprile 2010 - 16:04

    io credo che vi li abbiano arrestati perche avevano capitu tutto, come fate voi altrimenti a fornire tanta droga alla mafia italiana?

    Report

    Rispondi

  • gitex

    26 Aprile 2010 - 20:08

    che Strada la smetta di fare politica; quando si spara a zero contro tutti, prima o poi qualcuno si incazza, ed è quello che è successo a quelli di emergency. Chi ne ha fatto le spese? gli afgani. Tuttavia, il Gino, affermando ad annozero che tutti coloro che fanno la guerra sono terroristi, ha dato implicitamente del terrorista ai militari italiani: spero che qualcuno lo quereli.

    Report

    Rispondi

  • faustino.guaraldi

    24 Aprile 2010 - 21:09

    Forse Dott Strada e stato mal informato è qualc'uno ne ha approfittato per fare della calunia la sua bandiera . Io quel giorno ho letto l'articolo e quello che lei Strada a detto non lo letto , ho letto invece quello che Libero diceva del giornale Britannico , puntulizzando che le sembrava strano che avessero confessato , ecco questo è quello che io ho letto ; certamente Libero non ha bisogna della difesa del sottoscritto ,...questa vuol essere solo una testimonianza che mi sono sentito di dare . Dato che Emergency a bisogno di tutti non era forse il caso di stare zitti e lasciare la politica hai politici , non le viene qualche dubbio che molti di quelli che leggono Libero , o il Giornale , potrebbero essere donatori nei confronti di Emergency , " Si ricordi Dott Strada la verità stà sempre in mezzo non lo scordi mai , al mondo si ha bisogno di tutti , specialmente nella Sanità .... e non me ne voglia Dott Strada ***

    Report

    Rispondi

  • giovannib

    24 Aprile 2010 - 15:03

    ma questo anti italiano di strada la finisce di renderci ridicoli agli occhi del mondo e la magistratura che fa!!!!!! inquisisce gli Ufficiali che fanno il loro dovere in Italia e all'estero e non inquisisce un parolaio fomentatore di rivolte che crea solo danni e incidenti diplomatici?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog