Cerca

Enti lirici, Napolitano firma il decreto

La Scala e il Teatro dell'Opera di Roma annunciano lo sciopero

Enti lirici, Napolitano firma il decreto
Arriva la firma di Napolitano per le fondazioni liriche. Il decreto legge per le «Disposizioni urgenti in materia di spettacolo e di attività culturali» è stato emanato dal presidente della Repubblica.

Il nuovo testo riflette significativamente osservazioni segnalate al ministro per i Beni e le attività culturali, «preso atto della conferma da parte dello stesso Ministro dell'intendimento di incontrare nei prossimi giorni le rappresentanze sindacali e di tener conto, nel corso dell'iter di conversione, delle proposte dei gruppi parlamentari e degli apporti collaborativi che potranno pervenire dal mondo della cultura e dello spettacolo».

Immediata la reazione della Scala di Milano e del Teatro dell'Opera di Roma. Nel capoluogo meneghino salta la prima di Das Rheingold, l'Oro del Reno con cui parte la Tetralogia wagneriana dell'Anello del nibelungo diretta da Daniel Barenboim con la regia di Guy Cassiers. I sindacati infatti hanno indetto uno sciopero di quattro ore per il 13 maggio per esprimere la loro contrarietà al decreto sulla riforma delle fondazioni lirico sinfoniche.
Le rappresentanze sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Fials hanno indetto lo sciopero dei lavoratori dell'Opera a partire da stasera. Salta quindi la replica del balletto "Don Chisciotte" su musiche di Ludwig Minkus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franziscus

    03 Maggio 2010 - 12:12

    I teatranti e i suonatori avevano una sacco di privilegi, che venivano pagate, come al solito da Pantalone. Il nuovo decreto li mette un poco in riga e loro scioperano. In Italia vi sono ancora un sacco di categorie che hanno privilegi ingiustificati, basta andare a scavare un poco e se ne trovano a bizzeffe. L' Italia è come il classico mucchio di merda che se appena vai a smuoverlo emette tutto il suo fetore.

    Report

    Rispondi

blog