Cerca

Tiro al bersaglio con le pecore

Denunciato per "uccisione di animali" un giovane operaio di Potenza

2
Tiro al bersaglio con le pecore

"Giocava" al tiro al bersaglio con le pecore di un vicino pastore e trafiggeva le sue vittime alla gola con frecce scoccate attraverso una balestra di precisione "per puro divertimento". L'arciere, protagonista della vicenda, è un giovane operaio di Potenza, denunciato per l'uccisione di pecore al pascolo. 

Dopo una serie di appostamenti in località Monte Li Foj, dove le pecore erano state uccise, e dopo un nuovo massacro, è scattata la  "cinturazione" della zona segnalata, il 24enne è stato bloccato e a bordo dell’autovettura sono state trovate una balestra da caccia con ottica di precisione a led e cinque frecce con punta a quattro lame per la caccia. Per questo l'operaio dovrà rispondere di uccisione di animali e porto abusivo di strumento atto ad offendere. La balestra e le frecce sono state sequestrate come corpo del reato.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • semovente

    04 Maggio 2010 - 15:03

    UN DELINQUENTE CHE VA PUNITO ADEGUATAMENTE. E POI, PROPRIO LE PECORE.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    03 Maggio 2010 - 18:06

    Propongo la pena del contrappasso per lo sparatore di frecce. A lui siano sparate nel culo.

    Report

    Rispondi

media