Cerca

Tiro al bersaglio con le pecore

Denunciato per "uccisione di animali" un giovane operaio di Potenza

Tiro al bersaglio con le pecore

"Giocava" al tiro al bersaglio con le pecore di un vicino pastore e trafiggeva le sue vittime alla gola con frecce scoccate attraverso una balestra di precisione "per puro divertimento". L'arciere, protagonista della vicenda, è un giovane operaio di Potenza, denunciato per l'uccisione di pecore al pascolo. 

Dopo una serie di appostamenti in località Monte Li Foj, dove le pecore erano state uccise, e dopo un nuovo massacro, è scattata la  "cinturazione" della zona segnalata, il 24enne è stato bloccato e a bordo dell’autovettura sono state trovate una balestra da caccia con ottica di precisione a led e cinque frecce con punta a quattro lame per la caccia. Per questo l'operaio dovrà rispondere di uccisione di animali e porto abusivo di strumento atto ad offendere. La balestra e le frecce sono state sequestrate come corpo del reato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • semovente

    04 Maggio 2010 - 15:03

    UN DELINQUENTE CHE VA PUNITO ADEGUATAMENTE. E POI, PROPRIO LE PECORE.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    03 Maggio 2010 - 18:06

    Propongo la pena del contrappasso per lo sparatore di frecce. A lui siano sparate nel culo.

    Report

    Rispondi

blog