Cerca

Anche Schifani caldeggia il ddl anti-corruzione

Lettera ai presidenti delle commissioni in Senato: "Fare presto".

Anche Schifani caldeggia il ddl anti-corruzione
Schifani scende in campo e mette il disegno di legge anticorruzione in pole position nell'agenda politica italiana.
In una lettere indirizzata ai presidente delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia, infatti, il Presidente del Senato ha invitato a fare presto, "per consentire una sollecita calendarizzazione del provvedimento in assemblea".
Attualmente, infatti, il ddl è al vaglio delle commissioni prima e seconda. Tuttavia le Diposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e della illegalità nella Pubblica amministrazione è prioritario per Schifani, che ha voluto "richiamare l'attenzione sull’importanza della normativa proposta dal provvedimento e sulle legittime aspettative dei cittadini, giustamente sensibili al tema della legalità dei comportamenti di tutti coloro i quali sono investiti di pubbliche funzioni".

Quel che è certo, intanto, è che la prossima settimana la Commissione Giustizia in Senato riprenderà il confronto sul disegno di legge sulle intercettazioni telefoniche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicolacs

    07 Maggio 2010 - 10:10

    Ho seguito la cerimonia conclusiva dedicata ai ragazzi sulla "Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo". Schifani è sembrato sincero e appassionato. La sua iniziativa di dare impulso prioritario alle norme anticorruzione è una conferma. Solo guardando al futuro dei nostri ragazzi si potrà avere il coraggio, la forza e la determinazione di ritornare sulla retta via dell'onesta,della moralità, dell'impegno sociale non legato spudoratamente all'illecito interesse e potere personale e al vile esagerato denaro. Dare l'esempio dall'alto è un primo passo indispensabile e importantissimo. Auguriamoci che i due prestigiosi Presidenti contribuiscano entrambi a ridare dignità alla nostra ITALIA e speranza ai tanti disillusi diseredati nei loro diritti che si stanno sempre più allontanando dalla politica e dalle urne. Il discorso di Schifani rivolto ai ragazzi è stato un GRANDE DISCORSO. Grazie Schifani.

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    06 Maggio 2010 - 19:07

    approvate sta benedetta legge anti corrotti, e soprattutto la riforma del Fisco....abbiamo già imboccato l'autostrada, destinazione: Grecia!

    Report

    Rispondi

  • gianfrancoperi

    06 Maggio 2010 - 18:06

    Se non si addotteranno leggi severe contro la corruzione e cioè leggi come quelle che stanno ottenendo enormi successi come la mafia, questo governo ed i prossimi saranno sempre soggetti a crollare. Il mio suggerimento è di applicare la stessa legge e specialmente le stesse pene ai corrotti e corruttori che tradiscono gli elettori, impoveriscono lo stato, addebitano i costi della corruzione ai lavoratori onesti e si arricchiscono smisuratamente divendendo per conseguenza concorrenti sleali nei confronti di imprese che rispettano la legge. Propongo quindi di equiparare corruttori e corrotti ai mafiosi ( intanto sono in gran parte in combutta) e , oltre alle pene detentive, sequestrare i beni a loro intestati, quelli intestati ai loro parenti piu' prossimi e quant'altro serva come deterrente. Inoltre il corrotto, se servitore dello stato , dovrebbe vedersi tolta la pensione ed i diritti acquisiti. Gianfranco Peri

    Report

    Rispondi

blog