Cerca

Marrazzo, Natalie indagato per cessione di droga

Il trans ha rilasciato le dichiarazioni davanti ai Pm di Roma nel corso dell'incidente probatorio

Marrazzo, Natalie indagato per cessione di droga
Avrebbe ceduto sostanze stupefacenti, in più occasioni, a Piero Marrazzo. Per questo motivo, Natalì è finito sotto inchiesta.
Oggi il trans Natali, al secolo Josè Alexander Vidal Silva, 37 anni, di nazionalità brasiliana, si è presentata in procura a Roma in qualità di testimone per l'incidente probatorio. Nel corso della "chiacchierata" per ricostruire i fatti che hanno portato al ricatto dell'ex presidente della Regione Lazio,  Natali, rispondendo a una domanda nella veste di parte offesa nel procedimento ai danni dell'ex Governatore del Lazio, ha ammesso di aver più volte procurato cocaina all'ex uomo politico in occasione dei vari incontri.
Da semplice testimone, così facendo, il trans Natali si è ritrovato ad essere indagato per cessione di droga.

La vicenda - Natali era
che era in compagnia di Piero Marrazzo, nel luglio scorso, quando due carabinieri entrarono nell'appartamento di via Gradoli. Da quel momento, secondo l’accusa, partì il ricatto all’ex presidente della Regione Lazio, sulla base di un video girato con un telefonino. Il video sarebbe stato al centro di un ricatto ordito da alcuni carabinieri "infedeli": Luciano Simeone, Antonio Tamburrino, Carlo Tagliente e Nicola Testini.
 

Oltre a Natali, sarà ascoltata anche un'altra transessuale, Monteiro De Paula, ’Maureen’, 42 anni. Secondo il giudice, sia lei che gli altri testimoni citati dalla Procura, "sono esposte ad atti di violenza o di minaccia", così come si "desume anche dall’episodio non chiarito della morte di altro soggetto transessuale Mendes Paes Wendell, detto Brenda, tenuto conto delle specifiche condizioni personali di obiettiva debolezza e vulnerabilità, trattandosi di soggetti pregiudicati o dediti alla prostituzione".

I testimoni- Sono complessivamente 12 le persone che saranno sentite sotto la forma dell'incidente probatorio come chiesto dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto Rodolfo Sabelli. Il gip ha fissato altre tre udienza previste per i giorni di mercoledì, giovedì e venerdì prossimi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    21 Maggio 2010 - 12:12

    manca poco e leggeremo che Marrazzo è entrato in quell'appartramento dove i trans si sniffavano la coca con i carabinieri!!! Siamo alla salvificazione di un uomo pubblico che oltre di televisione si era occupato dei diritti dei cittadini in tv, tartassando chi sbagliava. Purtroppo anche lui è caduto nella trappola del 2è un fatto privato, personale"!!!! Quindi spendeva e spandeva soldi pubblici per andare con uomini con le tette e poi per sniffare coca, portata da uno di questi maschietti con le tette o femminucce con il pisello (fate voi) e il tutto con mezzi della regione Lazio .......e questo sarebbe l'ex moralizzatore tv? questa è la lezione che vorrebbe impartirci? Il bello o brutto di tutto questo schifosissimo giro di droga prostituzione e depravazione è che lo rivedremo in tv.......giusto il tempo di un viaggio a Canossa a spurgarsi l'anima e la faccia e passare per vittima di un ricatto! I piani di accesso sono cominciati.....vedremo i tempi!

    Report

    Rispondi

  • pasquino69

    18 Maggio 2010 - 18:06

    Sapete che vedevo il povero Marrazzo con la pistola alla tempia essere obbligato a sniffare cocaina!!!!! Poverino, ma perche' lo obbligavano, non sapevano che gli faceva tanto male??? BASTA PERBENISTI E SINISTROIDI DELLA MUTUA, VOLETE ANCHE DIFENDERLO??? MORGAN, SOLO PER AVER DETTO CHE LA USAVA LO AVETE MESSO ALLA GOGNA , QUESTO OLTRE A SNIFFARE , A PAGARE 10.000 EURO A PRESTAZIONE (SI E' POI SCOPERTO DA DOVE VENIVANO??) AVEVA ANCHE UN VIZIETTO CHE NON E' PER FORTUNA DI MOLTI.

    Report

    Rispondi

  • andrea1966

    18 Maggio 2010 - 17:05

    ...Dopo aver arrestato i carabinieri che lo ricattavano. Dopo aver indagato il suo amore Natalie per spaccio. Dopo che il precedente spacciatore che portava la cocaina e' morto. Dopo che l'autista che lo portava dal suo amore sicuramente non si ricorda nulla o non sapeva dove lo portava...Vuoi vedere che non e' successo nulla? Vuoi vedere che chi lo prende in quel posto sono sempre gli altri? i suoi gusti sessuali non si discutono. Perche' farlo! Ognuno e' libero di scegliere quello che piu' gli piace, ma che siano gli stessi che gli paghino autista e auto blu no! Vuoi vedere che lo fanno pure beato!

    Report

    Rispondi

  • cal.vi

    18 Maggio 2010 - 15:03

    sono buoni e garantisti sul caso Marrazzo, poverino, la vitima, uno che va a trans con la macchina di servizio e con l'autista, solo in Italia e una vittima, ma fatemi il piacere!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog