Cerca

Fondi neri, indagini su Finmeccanica

Le procure di Roma e Napoli hanno verificato le attività di Guarguaglini e di alcune controllate

Fondi neri, indagini su Finmeccanica
Nell'indagine sul riciclaggio che ha travolto Telecom Sparkle e Fastweb si apre un nuovo filone. Le procura di Roma indaga, infatti, su Finmeccanica per la presunta costituzione di fondi neri.

Secondo indiscrezioni, i carabinieri del Ros avrebbero effettuato perquisizioni nei giorni scorsi nella sede principale dell'azienda a Roma e verificato anche attività della Selex, la controllata di Finmeccanica di cui è amministratore delegato Marina Grossi, moglie del numero uno del colosso italiano Pier Francesco Guarguaglini.

Altri atti sarebbero stati acquisiti poi presso la sede della Elsag Datamat nell'ambito di un'altra indagine, partita ad aprile dalla procura di Napoli sull'appalto per la videosorveglianza della Napoli-Salerno. Dopo una perquisizione presso la sede centrale
Finmeccanica aveva commentato: "La società sta fornendo la più ampia collaborazione alle indagini".

Sulle attività di Finmeccanica ed alcune sue controllate indagano il Ros dei carabinieri, la Guardia di finanza e la direzione investigativa antimafia. Indagini sono condotte, oltre che dalle procure di Roma e Napoli, anche dai magistrati di Milano: nel mirino l'acquisto di una società di nome Digint. Interpellate questa mattina, fonti vicine a Finmeccanica affermano di aver appreso degli ultimi sviluppi della vicenda dai giornali e di non avere per ora altri commenti da fare.

"Nessun coinvolgimento" -
Finmeccanica, società quotata in Borsa (dove oggi in seguito alle notizie dell'avvio dell'indagine sui fondi neri ha perso fino al 3%), ha prontamente emesso un comunicato in cui nega qualunque coinvolgimento.  "Le società del gruppo Finmeccanica  hanno adottato organizzazioni e codici etici in linea con le normative e le migliori prassi vigenti tese a prevenire e a impedire condotte non  conformi a una corretta gestione". E aggiunge ancora il gruppo "nessun provvedimento è stato notificato a società e dirigenti del gruppo e Finmeccanica è pronta a fornire alle autorità competenti  ogni e qualsiasi più ampio charimento e informazione possa risultare utile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    26 Novembre 2010 - 19:07

    Io ho lavorato con una società Finmeccanica.Dopo due mesi sono scappato per non andare a finire nei casini.Anche se lavori il giudice non considera che ti stai guadagnando la pagnotta e dice che sei complice...Le regole le decidono le alte sfere celesti del gruppo.In caso di problemi basta pagare.Non si immagina nessuno i giri di mazzette che girano,le fatture farlocchie,le socetà interinali che pagano per entrare nel giro....In Italia sono ancora controllati.All'estero nessuno vede niente.E li cominciano le manfrine.

    Report

    Rispondi

blog