Cerca

Un quintale di miele per l'orso Dino

"Non è un nemico, quindi soddisfiamo la sua golosità"

Un quintale di miele per l'orso Dino
«L'orso Dino è diventato una star mediatica dell’Altopiano - spiega Andrea Rigoni, amministratore delegato della Rigoni di Asiago Spa - e sta dividendo l’Italia in due. Chi lo vuole libero tra boschi e vallate e chi lo vorrebbe imprigionato o catturato. Certo, bisogna fare i conti con le sue razzie. Da due mesi a questa parte Dino ha divorato pollai, conigliere, asini e alveari seminando preoccupazione tra agricoltori e abitanti. Ma lo fa perché ha fame. Non è violento, non è una minaccia. Il suo problema è che ha fame e usa metodi sbrigativi per procurarsi cibo».

Così si spiega la decisione dell'azienda Rigoni di schierarsi in difesa dell’orso Dino che scorrazza sull'Altopiano dei Sette Comuni. E lo fa invitandolo a pranzo: per soddisfare la sua fame e la sua golosità gli viene messo a disposizione un quintale di miele.

«Così abbiamo pensato di soddisfare un pò del suo appetito. Visto che è tanto ghiotto di miele, gli regaleremo un quintale del   nostro miele - spiega Rigoni - Per giunta biologico. Dino va matto per il miele. Gli alveari sono spesso  obiettivi dei suoi raid. Inoltre, quando è a Foza, gira attorno al nostro stabilimento, attratto dagli odori. Con il miele che gli offriremo, Dino per un po' eviterà le razzie e potremo pensare seriamente a come adottarlo definitivamente sull'Altopiano».

Per la consegna del miele a Dino, la Rigoni studierà procedura e condizioni più idonee con le autorità competenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    29 Maggio 2010 - 14:02

    Perchè insulti gratuitamente gli abitanti dell'altopiano( i montanari come li chiami con disprezzo) ? Perchè non ci vai tu lassù a condurre un'azienda agricola tra mille disagi, fatiche e difficoltà per poi vedersi vanificare il tuo lavoro per tenere un orso che serve solo a sollazzare i curiosi della domenica che vengono su a fare i loro comodi e i picnic e sporcare dapertutto e calpestare l'erba dei prati che poi i contadini non riescono più a tagliare? E' proprio vero che il mondo è pieno di *** che parlano per fare aria ai denti

    Report

    Rispondi

  • puntocomando

    29 Maggio 2010 - 11:11

    il signor rigoni,della rigoni di asiago spa ha capito come applicare il buon senso alla pubblicità,all'orso dino, questi buzzurri di montanari dell'altopiano dei sette comuni,dobrebbero fargli un monumento,altro che catturarlo o imprionarlo.L'orso dino è diventato per l'altopiano una risorsa mediatica e pubblicitaria enorme,ma a questi cazzoni avariati di montanari preme solamente di accudire il territorio come se fosse una loro proprietà privata e difatti si vede l'enorme differenza di sviluppo e arretratezza rispetto ai vicini trentini e altro.distinti saluti da bepi, dalla pianura.

    Report

    Rispondi

blog