Cerca

Papa: "Nazioni, governi e religioni costruiscano il futuro per la pace"

Il pontefice ha ricordato il suo invito ai cattolici in Medio Oriente di non emigrare nonostante le difficoltà

Papa: "Nazioni, governi e religioni costruiscano il futuro per la pace"
In occasione dell’udienza generale dedicata al suo recente viaggio nell’isola di Cipro, Papa Benedetto XVI ha espresso l’auspicio che «il popolo cipriota e le altre nazioni del Medio Oriente, con i loro governanti e i rappresentanti delle diverse religioni», possano «costruire insieme un futuro di pace, di amicizia e di fraterna collaborazione».

Ringraziamenti - Benedetto XVI ha parlato di "cordiale accoglienza" ed ha espresso "viva gratitudine" per tutti coloro che hanno collaborato al viaggio. Ringraziamenti soprattutto sono andati all’arcivescovo Chrysostomos II, capo della Chiesa Ortodossa locale: «Il viaggio apostolico a Cipro - ha aggiunto - è andato molto bene e ha conseguito i suoi scopi. Mai prima d’ora il vescovo di Roma si era recato in quella terra benedetta, dove sono andato anzitutto per rinsaldare la fede della comunità cattolica locale».

La questione del Medio oriente - «L'importante evento - ha poi detto Benedetto XVI a proposito del prossimo sinodo sul Medio Oriente - si configura infatti come un convenire della cristianità cattolica di quell’area, nei suoi diversi riti, ma al tempo stesso quale ricerca rinnovata di dialogo e di coraggio per il futuro. Pertanto, sarà accompagnato dall’affetto orante di tutta la Chiesa, nel cui cuore il Medio Oriente occupa un posto speciale, in quanto è proprio lì che Dio si è fatto conoscere ai nostri padri nella fede. Non mancherà, tuttavia, l’attenzione di altri soggetti della società mondiale, segnatamente dei protagonisti della vita pubblica, chiamati ad operare con costante impegno affinché quella regione possa superare le situazioni di sofferenza e di conflitto che ancora l'affliggono e ritrovare finalmente la pace nella giustizia». Benedetto XVI ha poi ricordato il suo invito a tutti i cattolici del Medio Oriente di non cedere allo sconforto e alla tentazione di emigrare nonostante le grandi prove e le ben note difficoltà. Questo «in quanto la loro presenza nella regione costituisce un insostituibile segno di speranza».

Addolorati e sgomenti per la morte di Padovese– Nel suo discorso il Papa pronuncia parole anche sulla vicenda di Monsignor Luigi Padovese: «La improvvisa e tragica morte del vescovo Padovese, presidente della Conferenza Episcopale Turca, ci ha lasciato addolorati e sgomenti».
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Giugno 2010 - 15:03

    Santità incomincio dal Signor Berlusconi che vista la sua incapacità a governare seriamente, se la prende con una sinistra e opposizione che ormai, non rappresentano nemmeno la loro ombra e non pago di ciò, accusa di magistrati di governare attraverso la sinistra. Santità, fermo restando che la sinistra e l'opposizione ormai non contano più nulla, penso che anche quella magistratura di sinistra non conta nemmeno come il due di briscola, si dice a Roma perchè, da quanto si evince quella magistratura politicizzata, se continua a comportarsi così come fa, dà a significare che la loro intelligenza è soltanto valida a perimetro di Codice Penale e null'altro. Allora, Santità con quale governo,nel nostro Paese si potrebbe ragionare ? - Infine, per quanto attiene le religioni, siete capaci voi tutti di anteporre ai vostri principi ecclesiali, metodologici ecumenici, solo l'amore e il rispetto a quel Dio che ci vuole tutti fratelli per spartire e godere dei beni di questa terra ?

    Report

    Rispondi

  • milabuck67

    09 Giugno 2010 - 14:02

    E che diavolo c'entrano le religioni?

    Report

    Rispondi

blog