Cerca

La pedofilia compromette la credibilità della Chiesa

Intervento del cardinale Bertone che riconosce l'effetto degli scandali

La pedofilia compromette la credibilità della Chiesa
Secondo il cardinal Bertone lo scandalo della pedofilia ha inciso negativamente sulla credibilità della Chiesa, ma ha anche portato alla “presa di coscienza provvidenziale” della necessità di un “rinnovamento spirituale".

Intervenuto al convegno “Sacerdoti oggi” organizzato in occasione della conclusione dell’anno sacerdotale, il segretario di Stato del Vaticano ha inviato un richiamo ai sacerdoti: “In questo tempo, ci siamo dovuti far carico del dolore per le infedeltà, a volte anche gravi, di alcuni membri del clero, che hanno inciso così negativamente sulla credibilità della Chiesa, per cui il Papa rispondendo ai giornalisti durante il recente viaggio in Portogallo, ha parlato di una persecuzione che nasce dall’interno stesso della Chiesa".

"Da questo dolore - ha proseguito Bertone - scaturisce una presa di coscienza provvidenziale: occorre vivere una stagione di rinascita e di rinnovamento spirituale, seguire  con coraggio la via della conversione, della purificazione e della riconciliazione, trovare nuove vie per trasmettere ai giovani la bellezza e la ricchezza dell’amicizia con Gesù Cristo nella comunione della sua Chiesa come ci ha invitato a fare Benedetto XVI con la sua lettera ai cattolici dell’Irlanda".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    10 Giugno 2010 - 10:10

    da cattolico, mi permetto di dissentire sul tema, gestito in questi termini. Se gli atti di violenza e pedofilia fossero stati puniti, non con trasferimenti in luoghi nei quali non avrebbero potuto più nuocere (i colpevoli intendo9, se le vittime fossero state subito ascoltate, dopo averne accertata la verità, naturalmente, a quest'ora staremmo a parlare d'altro. Avete, non lei personalmente ma chi di dovere, coperto situazioni che dopo anni risultano peggiori (per quanto possa essere peggiorata una situazione nella quale dei bambini subiscono attenzioni e violenze) di quanto non fossero gia. Vi siete comportati come i peggiori sistemi di copertura, purchè non si sapesse in giro, minando alla base le certezze di chi da una vita in un contesto simile ha vissuto come credente. Le corse a chiudere i cancelli per non fare sapere alla fine hanno indotto nel dubbio moltissime persone. E la rinascita sarà lunga e dolorosa.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Giugno 2010 - 20:08

    Eminenza l'uomo può difendersi dalle mali azioni soltanto con l'ausilio delle leggi che, se poste in essere là dove si rendono necessarie applicando severi punizioni Penali, i reati si assottigliano. La Chiesa, casa dei credenti è composta da esseri umani e i suoi amministratori Ecclesiali, sono anch'essi degli uomini o donne "preti e suore" e per cui, se sbagliano gravemente prima ancora di risponderne al Clero devono essere denunciati alla magistratura per i reati commessi. A questo punto, alla Chiesa non può essere imputato alcun addebito in quanto materialmente rispetta e fa rispettare il Codice Penale. Per quanto,poi, c'è il riferimento al delitto di offesa a Dio, il problema riguarda solo la Chiesa e i suoi credenti. Con stima.

    Report

    Rispondi

    • ilsognodiunavit

      28 Maggio 2014 - 16:04

      Sei riuscito a scrivere tutto quello che è anche il mio pensiero e, credo, di ogni persona di buona volontà, non può esserci contraddittorio a quello che hai detto.

      Report

      Rispondi

blog