Cerca

Genova, botte nei bagni della scuola

Due ragazzi si picchiano in palestra, video spedito ai carabinieri (guardalo)

Genova, botte nei bagni della scuola
I carabinieri della compagnia di Sampierdarena, uno dei più popolosi quartieri di Genova, hanno ricevuto un dvd accompagnato da una lettera di denuncia, siglata da alcuni "genitori indignati". Nel filmato si vedono due ragazzi, parte di un gruppo più ampio, che iniziano a picchiarsi con estrema violenza nei bagni di una palestra di via Currò e proseguono, finché uno dei due sfinito da pugni e calci non resta a terra e viene soccorso da alcuni degli "spettatori". La palestra in questione sarebbe in uso anche agli alunni dell'Istituto Commerciale Einaudi, che la adoperano per le ore di educazione fisica. I mittenti del pacchetto, inviato anche ai media, sostengono che i giovanotti in questione (questa parte è ancora da verificare) siano proprio scolari della Einaudi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    12 Giugno 2010 - 13:01

    E' ora che gli alunni insofferenti al rispetto dei propri compagni e della scuola stessa,vengano espulsi dalle Scuole Pubbliche perchè pericolosi per se e per gli altri. La legge che obbliga sia i genitori che i ragazzi a dover frequentare le scuole è ridicola e viola la libertà altrui. Per chi non vuole studiare ma cerca solo di porre ostacolo al buon andamento degli Istituti Scolastici, codesti ragazzi vanno invitati a esprimere i loro desideri in materia di particolari disposizioni scelte professionali artigiane di cui la Società ha bisogno. Nelle Scuole vanno posti dei sorveglianti in grado di saper prevenire incidenti gravi come quello visionato; le scuole essendo un alveare di ragazzi, la sorveglianza è un dovere istituzionale nell'interesse dei ragazzi stessi.

    Report

    Rispondi

blog