Cerca

Garlasco, il pm chiede

il rinvio a giudizio di Stasi

Garlasco, il pm chiede
"Rinvio a giudizio per Alberto Stasi". È quanto richiesto dalla Procura di Vigevano per il giovane accusato dell'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, commesso il 13 agosto dell'anno scorso a Garlasco (Pavia). La richiesta è stata firmata dal pm Rosa Muscio, titolare dell'inchiesta, dopo la scadenza dei 20 giorni dalla chiusura delle indagini e il deposito degli atti, come prevede il Codice di Procedura Penale.
Per nulla stupiti dalla richiesta il legale di Stasi: "È normale, visto che sono scaduti i termini dei venti giorni e visto che la Procura non ci ha concesso la proroga delle indagini da noi richiesta sostenendo che non è prevista dal codice", ha dichiarato Angelo Giarda, difensore di Alberto Stasi. L'avvocato ha inoltre ribadito che affronteranno l'udienza preliminare e che non chiederanno alcun giudizio con il rito alternativo e quindi abbreviato: "Voglio che sia reso pubblico quello che hanno fatto e quello che non hanno fatto", ha aggiunto in riferimento alle indagini svolte dal pm.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giudrago

    04 Novembre 2008 - 15:03

    Certamente dispiace sentire tale notizia, ma l'assassino deve pagare le sue colpe. Chi è stato, io penso, che prima sia entrato, dopo che l'ha uccisa è usito, si cambiato les carpe ed altro e poi è ritornato sulla scena improntando l'intervento di aiuto. Ma quando ha bussato,non avendo avuto nessuna risposta perchè è entrato? Questo la dice lunga. Che giustizia sia fatta; ma quella vera. giudrago

    Report

    Rispondi

blog