Cerca

Prostituzione, pena ridotta per Schicchi e Eva Henger

L'ex re del porno e l'attrice sono stati condannati a 4 anni e due mesi e 2 anni e due mesi di reclusione

Prostituzione, pena ridotta per Schicchi e Eva Henger
Pena ridotta in appello per Eva Henger e Riccardo Schicchi. L'attrice e il re del porno, un tempo marito e moglie, sono stati condannati rispettivamente a due anni e due mesi più le attenuanti generiche e a quattro anni e due mesi di reclusione per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di giovani donne italiane e straniere entrate nel nostro Paese violando le norme sull'immigrazione.

In primo grado nel 2006 la pena era stata di sei anni di reclusione per lui a 4 anni e mezzo per lei. Questa volta, i giudici della terza sezione penale hanno fatto cadere il reato associativo (associazione per delinquere finalizzata a favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione), lasciando invariato il resto.

Sconto di pena anche agli altri imputati: un anno e mezzo di reclusione invece dei due anni del primo grado ad Andrea Della Verde, Andrea Autullo e Antonio Licciardello, soltanto in relazione al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione di almeno cinque donne, avvenuta tra il '93 e il '97 in alcuni locali a luci rosse di Roma durante e dopo gli spogliarelli. Assolto Francesco Corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • modifica

    25 Giugno 2010 - 09:09

    non varrebbe la pena di commentare una simile notizia, ma una considerazione mi vien da fare: se si dovessero recludere tutte le donne condannabili come la protagonista dell'articolo, alconi ambienti lavorativi più o meno vip rimarrebbero senza donne.

    Report

    Rispondi

blog