Cerca

Mediatrade,il Gup invia gli atti alla Consulta

Processo sospeso per tutti gli imputati. La Corte dovrà poi decidere sul legittimo impedimento

Mediatrade,il Gup invia gli atti alla Consulta
È iniziata oggi a Milano, alle ore 9.30, l'udienza preliminare sull'ultimo dei capitoli di indagine della vicenda Mediatrade, per presunte irregolarità sulla compravendita dei diritti tv per creare fondi neri. Tra i 12 imputati figurano anche Silvio Berlusconi, Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri
I legali del premier, Niccolò Ghedini e Piero Longo, avevano già depositato nei giorni scorsi nella cancelleria del giudice Marina Zelante una istanza in cui chiedevano il rinvio del procedimento perché il Premier è attualmente impegnato in Canada per il G8. Berlusconi, che potrà rientrare in Italia solo il 4 luglio,  si è però reso disponibile a presenziare in udienza anche se non prima del 27 luglio.

Il Gup invia gli atti alla Corte- Il Gup di Milano ha accolto l’istanza di legittimo impedimento, ma ha deciso di mandare gli atti alla Corte Costituzionale affinchè venga fatta una scelta sulla validità del Lodo Alfano che consente il rinvio dei processi per il Presidente del Consiglio e per i ministri.
Nel decidere di mandare gli atti del processo Mediatrade alla Consulta, il Gup ha sottolineato la necessità, a suo avviso, di adoperare una legge costituzionale per stabilire nuove prerogative per i membri del Governo.
La legge sul legittimo impedimento prevede, infatti, la possibilità per il presidente del Consiglio di chiedere la sospensione del procedimento in cui è coinvolto per 3 volte, al massimo 6 mesi per volta.
Il giudice ha inoltre illustrato, in un'altra ordinanza, di avere deciso la sospensione per tutti gli imputati,  non solo per Silvio Berlusconi, poiché "in questo caso ci sono vincoli probatori tali da rendere più utile la riunione delle posizione degli imputati per esigenze di economia processuale".

Processo sospeso per tutti gli imputati- Successivamente il Gup ha sospeso il processo per tutti i dodici imputati, tra cui Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, poiché "in questo caso ci sono vincoli probatori tali da rendere più utile la riunione delle posizione degli imputati per esigenze di economia processuale".
Il giudice ha deciso di non stralciare la posizione del Presidente del Consiglio dalla altre dopo aver eccepito l'illegittimità costituzionale della legge.

Il commento dei legali di Berlusconi- La decisione del Gup è stata commentata nell'immediato da uno dei legali di Silvio Berlusconi, l'avvocato Niccolò Ghedini. Secondo il legale la decisione di inviare alla Corte Costituzionale gli atti dell'udienza preliminare Mediatrade è "al di fuori di quanto annunciato dalla Corte Costituzionale sulla leale collaborazione tra le parti".
Ghedini, oltre a non condividere l'ordinanza, ritiene che il Gup si sia "dimenticato di valutare l'impedimento di oggi del Presidente che era pacificamente legittimo". Ha inoltre ribadito, prima di concludere, "la disponibilità del Premier di partecipare all'udienza in una data ravvicinata, quella del 27 luglio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • valeria78

    25 Giugno 2010 - 11:11

    Come al solito ringraziamo che continuano a sostenere STI RIFIUTI DELLA SOCIETA'!!!

    Report

    Rispondi

  • ubik

    25 Giugno 2010 - 10:10

    Cancelliamo i 139 articoli e li accorpiamo tutti in un unico articolo 1: L'italia è una pseudo repubblica democratica fondata sui sette nani. Dopo vedrete che usciamo dalla crisi e gli italiani diventano un popolo evoluto. :)

    Report

    Rispondi

  • aquilonia80

    24 Giugno 2010 - 18:06

    SE, I SIGNORI IN NERO FOSSERO COSI' ZELANTI ,COME QUANDO DEVONO IVESTICARE SU' BERLUSCONI E MEDIA SETTE ,LO SOSSERO ANCHE QUANDO DEVON INVESTICARE DULLA DELINQUENZA COMUNE SAREBBERO DEI FENOMENI. MA.. BASTA VEDERE QUELLO CHE E' SUCCESSO OGGI, DOPO CHE LE FORZE DELL'ORDINE COME AL SOLITO INCOMIABILE , HANNO ARRESTATO UN BANDA DI LADRI E PURE PERICOLOSI CON ANCORA IL PASSAMONTAGNIA IN TESTA , E COSA FANNO QUESTI SIGNORI LI SCARCERANO SUBITO. POVERI NOI IN CHE MANI STIAMO ,POVERA ITALIA CON QUETI. E VOI PENSATE CHE QUESTI FENOMENI SOLO PERCHE VANNO IN UN SOLA DIREZIONE SONO BRAVI ...BEATI VOI.

    Report

    Rispondi

  • delusodasilvio41

    24 Giugno 2010 - 18:06

    Non deve dire che ALPINOFRIZ fa pena, così insulta tutti coloro che hanno votato Berlusconi e, principalmente, quelli che ancora hanno una incrollabile fede nella grandezza e nella superiore rettitudine e sincerità dell'Uomo! La fede cieca e assoluta non è solo un fatto di religione, esiste, evidentemente, anche in politica, perché, dunque, offendere chi ha avuto questo dono quasi divino?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog