Cerca

Mini spot televisivi irregolari durante le partite di calcio

Distolgono l'attenzione dello spettatore e così sono finiti nel mirino della Guardia di Finanza

Mini spot televisivi irregolari durante le partite di calcio
Alcuni "mini spot" sono finiti nelle mani degli uomini delle Fiamme Gialle. Le Unità Speciali della Guardia di Finanza, in collaborazione con l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni,  hanno condotto infatti una campagna di controlli in merito alle interruzioni pubblicitarie trasmesse durante le partite di calcio di Champions League, Uefa Europa League e Coppa Italia Tim Cup, della stagione 2009-2010, nei confronti delle emittenti televisive titolari dei relativi diritti di diffusione.

Monitorati, dunque, ben 25 incontri di calcio, trasmessi in prime time. Le irregolarità si riferirebbero proprio a mini spot "non a norma" perché comparsi in video, proprio durante le partite, disturbando e distogliendo così l'attenzione del telespettatore che stava seguendo l'incontro di calcio.
L'attività ispettiva era finalizzata a verificare proprio il rispetto della normativa che vieta in modo assoluto l'inserimento dei "mini spot" che coprono, parzialmente o interamente, le azioni di gioco.

Il sistema di vigilanza è stato inoltre esteso a messaggi pubblicitari e autopromozioni, non adeguatamente segnalate, e pubblicità di servizi e prodotti, offerti attraverso numeri telefonici a pagamento, senza indicazione alcuna del costo della chiamata, diffusi durante le rubriche sportive di accompagnamento delle trasmissioni monitorate. Tutte le irregolarità riscontrate sono state sottoposte all'attenzione dell'Autorità per la garanzia nelle comunicazioni che assegnerà le specifiche sanzioni amministrative.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog