Cerca

Papa: L'infedeltà è peggio della persecuzione per la Chiesa

Per Benedetto XVI "il danno maggiore essa lo subisce da ciò che inquina la fede e la vita cristiana dei suoi membri"

Papa: L'infedeltà è peggio della persecuzione per la Chiesa
L’infedeltà dei suoi membri è peggio delle persecuzioni che subisce la Chiesa. Lo ha ribadito oggi Benedetto XVI nell’omelia per la messa dei Santi Pietro e Paolo, protettori di Roma e della Sede Apostolica. "Se pensiamo ai due millenni di storia della Chiesa, possiamo osservare che, come aveva preannunciato il Signore Gesù, non sono mai mancate per i cristiani le prove, che in alcuni periodi e luoghi hanno assunto il carattere di vere e proprie persecuzioni", ha detto il Papa.  "Queste però malgrado le sofferenze che provocano, non costituiscono il pericolo più grave per la Chiesa. Il danno maggiore, infatti, essa lo subisce da ciò che inquina la fede e la vita cristiana dei suoi membri e delle sue comunità, intaccando l’integrità del Corpo mistico, indebolendo la sua capacità di profezia e di testimonianza, appannando la bellezza del suo volto".

Ratzinger ha citato fra le altre, anche la Seconda Lettera a Timoteo che "parla dei pericoli degli 'ultimi tempi', identificandoli con atteggiamenti negativi che appartengono al mondo e che possono contagiare la comunità cristiana: egoismo, vanità, orgoglio, attaccamento al denaro, eccetera. La conclusione dell’Apostolo - però - è rassicurante: gli uomini che operano il male non andranno molto lontano, perché la loro stoltezza sarà manifesta a tutti".

Per Benedetto XVI, "vi è dunque una garanzia di libertà assicurata da Dio alla Chiesa, libertà sia dai lacci materiali che cercano di impedirne o coartarne la missione, sia dai mali spirituali e morali, che possono intaccarne l’autenticità e la credibilità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • isideo

    30 Giugno 2010 - 17:05

    Benedetto XVI, ma come ragioni, NON ESISTE SULLA TERRA UN UOMO CHE POSSA VIVERE UNA INTERA VITA SENZA AVERE SODDISFAZIONI SESSUALI... quando fate scuola ai seminaristi ditegli almeno che possono masturbarsi. Non avete altro da fare che cambiare uno dei 10 comandamenti " NON COMMETTERE ATTI IMPURI" e sono a posto. Orsù, diamogli una via d'uscita.... he he he !!!!! isideo

    Report

    Rispondi

  • Lamb

    29 Giugno 2010 - 16:04

    Io non credo in Dio o nella Chiesa, ma vedendo le cose dall'esterno mi sembra che gli alti vertici ecclesiastici stiamo cadendo nell'errore di giustificarsi a priori senza la giusta autocritica, allo stesso modo dei moderni politicanti mondiali. A mio parere questi signori dovrebbero ricordarsi meglio che cosa rappresentano e regolarsi di conseguenza.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    29 Giugno 2010 - 15:03

    Non nego che vi siano preti pedofili, ma la percentuale di questa gente è la stessa che fra la gente comune (compresi gli imam, che però nessuno accuserà mai, perchè i preti non uccidono, ma gli imam si). Comunque per i fedeli non vi sono motivi di dubbi e tentennamenti, perchè la Chiesa resta sempre la manifestazione (imperfetta) del Divino e al momento stabilito il Capo darà una bella spazzolata a tutti (preti pedofili e laici infedeli e massoni).

    Report

    Rispondi

  • Lamb

    29 Giugno 2010 - 15:03

    dovrebbe, cristianamente parlando, farsi un esame di coscienza ed approfondire le ragioni di tali persecuzioni. Come spesso accade, il giornalismo internazionale non si trattiene nel pescare abbondantemente nei meandri dello scandalo e del sensazionalismo, colpendo a destra e a manca tutti i soggetti. Ma resta il fatto che gravi atti stanno minando la facciata ormai anacronistica della Chiesa Cattolica, creando sconcerto, disillusione e repulsione per i protagonisti di tali nefandezze. Deludente poi che un papa si permetta di esternare pareri accusatori invece di lavare i panni sporchi in famiglia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog