Cerca

Estorsione su Facebook, "Rivuoi il passaporto? Dammi 300 euro!"

Un venuezelano chiede 300 euro a una 26enne inglese in cambio della restituzione del passaporto. Ma la polizia lo arresta

Estorsione su Facebook, "Rivuoi il passaporto? Dammi 300 euro!"
Due messaggi secchi su Facebook indirizzati al titolare del passaporto. E una richiesta di 300 euro per ottenere il titolo valido per l'espatrio. In caso contrario, il ricattatore si sarebbe liberato, nell'immediato, del passaporto.

Questa volta l'estorsione si è consumata in Rete. L'artefice delle minacce, ai danni di una 26enne inglese, è stato un cittadino di nazionalità venezuelana, prontamente arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Firenze.
A denunciare l'accaduto è stata proprio la ragazza che, nel pomeriggio di ieri, si è recata prontamente presso l'ufficio Denunce della Questura per segnalare lo smarrimento del passaporto e la richiesta, inviata dallo sconosciuto, attraverso Facebook.
Una volta rincasata, la giovane inglese ha però ricevuto un secondo messaggio dall'uomo, in possesso del suo documento personale.
Il contenuto della breve comunicazione era lo stesso del primo, ma aggiuntivo delle indicazioni sul luogo e sull'ora dell'incontro tra l'inglese e il malvivente.

E a questo punto è scattato il piano delle forze dell'ordine. La ragazza si è presentata all'appuntamento, sul Ponte della Vittoria, scortata da un agente donna, che si è finta sua amica. Il venezuelano non ha sospettato di nulla e ha prontamente invitato le due a seguirlo fino a Piazza Veneto, con l'intento di scrollarsi di dosso occhiate indiscrete dei passanti.
Le donne hanno consegnato la cifra pattuita, ma il venezuelano, anzichè restituire il passaporto, è fuggito, pensando di averla fatta franca. Ma le sue certezze si sono infrante nell'immediato, complice il pronto intervento dell'equipaggio della Squadra Mobile, diretta dal capo, Filippo Ferri, che, dopo aver monitorato a distanza tutte le fasi per la buona riuscita dell'operazione, è intervenuto direttamente in loco, bloccando il passaggio all'uomo.
A carico del venuezelano ci sono alcuni precedenti per danneggiamento e violazione della normativa in materia di stranieri.
Il ladro è stato arrestato con l'accusa di estorsione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog