Cerca

Papa, udienza generale dedicata a santo torinese Giuseppe Cafasso

Benedetto XVI lo ha indicato come modello per i sacerdoti che si dedicano al sacramento della confessione e alla direzione spirituale

Papa, udienza generale dedicata a santo torinese Giuseppe Cafasso
 San Giuseppe - Dinanzi a circa 10mila fedeli riuniti in Piazza San Pietro, Benedetto XVI ha dedicato oggi la catechesi dell'udienza generale alla figura di San Giuseppe Cafasso, prete nella Torino dell'800, di cui è stato appena celebrato il 150esimo anniversario della morte. Il Papa ne ha ricordato lo zelo pastorale, la sapienza teologico-morale, e l'apostolato esercitato in particolare tra i detenuti, che poi gli è valso il titolo di patrono delle carceri italiane. Il Papa, sulla scia di quanto aveva già fatto Pio XII, lo ha indicato anche come modello per i sacerdoti che si dedicano al sacramento della confessione e alla direzione spirituale. Al termine dell'udienza generale il Papa riceve l'arcivescovo di Bruxelles, mons. Andrè-Joseph Leonard. che è tra coloro che ieri hanno ricevuto il pallio dal Papa nel corso della cerimonia svoltasi a San Pietro.

Martiri - "Alla solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo celebrata ieri segue oggi la memoria dei Primi Martiri Romani". Lo ha ricordato Benedetto XVI proprio nel luogo dove avvenne il martirio. "Cari giovani - ha invocato il Pontefice - imitate la loro eroica testimonianza evangelica e siate fedeli a Cristo in ogni situazione della vita. Incoraggio voi cari ammalati - ha continuato - ad accogliere l'esempio dei Protomartiri per trasformare la vostra sofferenza in atto di donazione per amore a Dio ed ai fratelli". Papa Ratzinger si è infine rivolto agli sposi novelli presenti all’Udienza generale: "sappiate aderire - li ha esortati - al progetto che Dio ha stabilito per la vostra vocazione, così da giungere a realizzare un’unione familiare feconda e duratura".

Tempo di preghiera - "Restare attaccati al Signore, a discernere la sua volontà nel cammino della vita, a riporre la fiducia nel potere dello Spirito Santo che dona il coraggio di dire si alla chiamata di Dio". Questa è la richiesta del Papa per i giovani che parteciperanno al prossimo fine settimana al
week end vocazionale "Invocation 2010" a Birmingham promosso dalla Conferenza Episcopale di Inghilterra e Galles. Nel messaggio inviato a monsingor Vincent Gerard Nichols, arcivescovo di Westminster e primate cattolico, il Pontefice ricorda che sarà in Gran Bretagna tra due mesi: "un tempo di preparazione nel quale questo Paese occupa un posto speciale nei pensieri e nelle preghiere del Papa". Intanto mons. Andrew Summersgill, coordinatore della visita ha spiegato al Servizio Informazione Religiosa i motivi che hanno spinto a cambiare il luogo della beatificazione del card. John Henry Newman dall’aeroporto di Coventry a Cofton park: "Cofton - ha detto Summersgill - è stato scelto perché adiacente a Rednal, la casa dove il cardinale Newman passava il suo tempo lavorando e studiando. Un luogo, quindi, a lui familiare ed è il sito dove è stato sepolto".

Le nomine - Oggi il papa ha nominato il cardinale canadese Marc Ouellet, 66 anni, finora arcivescovo di Quebec e primate del Canada, nuovo prefetto della Congregazione per i Vescovi e presidente della Pontificia Commissione per l'America Latina. Nel frattempo
l'arcivescovo Rino Fisichell è stato nominato presidente del nuovo Pontificio Consiglio dedicato alla promozione della nuova evangelizzazione dell'Occidente, la cui creazione è stata annunciata dal Papa lunedì scorso.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    01 Luglio 2010 - 12:12

    C'è un vecchio aforisma che recita: non c'è peggior sordo di colui che non vuol sentire. Santità i Sacerdoti di un tempo passato,non sono più quelli di oggi per cui, se non comprendete che le Vostre normative ecclesiali si scontrato con le realtà odierne,vorrà dire che c'è scritto, che è arrivata l'ora del declino definitivo.

    Report

    Rispondi

  • isideo

    30 Giugno 2010 - 17:05

    Benedetto XVI solo una bella moglie salva il prete e l'azione cattolica dalle tentazioni di pedofilia...dello Spirito santo non se ne fanno nulla quando i testicoli fanno male, qualcosa si deve pur fare per calmarli... o no.... isideo

    Report

    Rispondi

blog