Cerca

Rai, oggi Cda su piani produzione

Attesa per Santoro e Dandini. Nuova lettera del conduttore a Garimberti: "Annozero torna a settembre"

Rai, oggi Cda su piani produzione
Il giovedì sera di Rai due e le seconde serate di Raitre - Sono ancora le trasmissioni “Annozero” e “Parla con me” i nodi da sciogliere dei palinsesti Rai, le caselle da chiudere per far partire le organizzazioni di produzione. Ed è questa l’attesa per il Cda di oggi, che deve approvare i piani di produzione e trasmissione. Ma il destino di “Annozero” e del programma di Serena Dandini sembra ancora incerto, motivo per cui Santoro, già la scorsa settimana aveva chiesto al Cda di fare chiarezza considerando tramontata ogni trattativa con la Rai per la sua uscita e dunque ovvia la ripresa di "Annozero", ha riscritto all’azienda una lettere indirizzata al Presidente Garimberti. Intanto sul tavolo del Dg Masi ci sono alcune proposte del direttore di Raitre Paolo Ruffini per non rendere “Parla con me” alternativo ai programmi per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

L'idea è quella di lasciare alla conduttrice le quattro seconde serate dal martedì al venerdì, e riservare agli altri una fascia quotidiana, dalle 15 alle 16 dopo l’ora di “La storia siamo noi” di Minoli. Oltre a cedere ai 150 anni le seconde serate del periodo natalizio, quando “Parla con me” non va in onda. L'importante per Ruffini, e il gruppo della Dandini, è che le risposte arrivino a breve per poter partire con i contratti dell’intero programma e per gli artisti, senza rischiare di andare troppo oltre la ripresa del programma, che potrebbe ripartire il 28 settembre.

Oggi Masi dovrebbe dare delle indicazioni, prima che i piani di produzione e trasmissione siano messi ai voti. L’orientamento, nei giorni scorsi, era di lasciare una delle serate di “Parla con me” ai programmi per i 150 anni. Diversa la situazione di Santoro, che certo per la Rai dovrà andare in onda, saltata la trattativa per una sua uscita consensuale dall’azienda, il giovedì sera su Raidue. Non è escluso che al conduttore sia proposto uno spazio informativo, un approfondimento, non necessariamente “Annozero”. Posizione che, però, vedrebbe Santoro contrario.

Annozero in onda da 23 settembre – “Annozero” tornerà in onda dal 23 settembre, non ci sono più trattative per un accordo che preveda l’uscita di Michele Santoro dalla Rai. Bisogna quindi togliere i "punti interrogativi" dal palinsesto superando un "incomprensibile ostruzionismo". Lo scrive il conduttore nella lettera indirizzata al presidente della Rai, Paolo Garimberti, nella quale lo invita a comunicare al Dg Mauro Masi la ripresa del programma visto che risulta ancora in sospeso da metà giugno, quando nel palinsesto, per la prima serata del giovedì di Raiude, si prevedeva un programma informativo per Michele Santoro con l'opzione aperta per "X Factor". Tema che Santoro aveva sollevato in una precedente lettera inviata non solo a Garimberti ma anche al Dg e ai consiglieri. Lettera che non ha mai ricevuto una risposta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • igna08

    10 Luglio 2010 - 09:09

    Poi dicono che la televisione, intesa come informazione, è controllata da Berlusconi .

    Report

    Rispondi

  • antari

    07 Luglio 2010 - 14:02

    E nemmeno in quelli di Innocenzi! ;)

    Report

    Rispondi

  • honhil

    07 Luglio 2010 - 12:12

    Fermi tutti, parla Santoro. Il Mussolini della Rai detta le sue regole e tutti devono mettersi in riga. Lui è Santoro, il portavoce del Padreterno sulla terra.

    Report

    Rispondi

  • maialina2

    07 Luglio 2010 - 12:12

    2 maialate al cubo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog