Cerca

Comandante dei Ros condannato a 14 anni per traffico di droga

Il generale Ganzer accusato di aver creato una cricca criminosa all'interno del corpo dei Carabinieri

Comandante dei Ros condannato a 14 anni per traffico di droga
Quattordici anni di carcere per il generale Giampaolo Ganzer, comandante del Ros tra negli anni ’90, ritenuto colpevole di aver costituito una frangia malavitosa all’interno del corpo dei Carabinieri finalizzata al traffico di droga, al peculato, al falso e ad altri reati. È arrivata puntuale la sentenza dei Giudici dell’ottava sezione penale di Milano che oggi hanno emesso la sentenza definitiva nei confronti di 18 imputati, accusati di irregolarità nelle operazioni antidroga svolte tra il 1991 e il 1997. Sentenza severa anche per Mauro Obinu (a sua volta del Ros e poi passato al Sisde): nel suo caso i giudici hanno emesso una sentenza di 7 anni e 10 mesi di reclusione.

Accuse – Quattordici anni di carcere più 65mila euro di multa per traffico internazionale di stupefacenti, interdizione perpetua dai pubblici uffici, assoluzione dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata a questi traffici e prescrizione per il reato di peculato. Questo l'esito della sentenza pronunciata dai giudici del Tribunale di Milano, dopo oltre 5 anni di processo e quasi 200 udienze.
Con Ganzer viene condannato a 7 anni e sei mesi anche Mauro Obinu, ex colonnello del Ros e attuale alto dirigente dei servizi segreti, oltre ad altri 11 ex appartenenti all’Arma, con pene
tra i 5 anni e 2 mesi e i 13 anni e 6 mesi per singoli episodi commessi nel corso di alcune operazioni antidroga compiute "sotto copertura".

Sistema Ros - Tra il 1991 e il 1997, il metodo targato Ros individuato dalla Procura sarebbe stato quello "di creare traffico di droga prima al fine di reprimerlo usando a tal fine le conoscenze investigative, strumentalizzando le risorse dell’ Arma, inducendo a importare droga trafficanti-fonti poi non perseguiti e arricchitisi con i soldi versati dagli acquirenti e mai sequestrati, e arrestando persone di sicuro interessate al narcotraffico ma ad esso istigati dai militari e dalle loro fonti".
L’indagine nasce da un’intuizone del pm Armando Spataro che, nel gennaio 1994, ricevette dall’attuale leader del Ros, col quale aveva all’epoca un rapporto di stima, la richiesta di un’autorizzazione a ritardare il sequestro di una partita di droga.

Richieste ridotte – Nonostante il peso delle accuse, la sentenza dei giudici del tribunale lombardo ha alleggerito le richieste del pm, accogliendo solo in parte l’impianto accusatorio, soprattutto per quel che riguarda l'associazione a delinquere e il traffico d'armi. Proprio per questo motivo, anche l'accusa ha deciso di presentare ricorso in Appello.

Reazioni - Decisi a ricorrere al secondo grado di giudizio anche tutti i condannati. Prima di muoversi in sede legale, tuttavia, i legali del generale Ganzer attenderanno le motivazioni di questa prima sentenza. A dirlo è stato lo stesso Comandante del Ros.
"Le sentenze non si possono che rispettare. Aspettiamo ora le motivazioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giramondo15

    14 Luglio 2010 - 15:03

    Signori cari a ubik, il professore, toscanorosso, al filosofo Dek, feltrane, a non so lui, o lei valeria-o,barbaropb ,yaaa, iena&mots,biri,il filosofo, Dek, Leo 64 e tutto il resto….. Ma come mai questi magistrati? Si svegliano dopo tanti anni di sogno? Ma adesso per gettare polvere negli occhi degli Italiani ? ancora una volta, senza fare il proprio dovere? Lo stato deve intervenire con serietà!!! Sequestrargli tutti i beni,Anche ai suoi parenti e familiari. Condannarlo all´ergastolo! Gli racconto cosa mi successe nel agosto 1963 per ottenere un semplice nullaosta militare alla questura di Avellino! L´Usciere d`accordo con quasi tutti gli impiegati. Quel figlio di buona madre mi ha chiesto lire 10.000 per ottenere in breve tempo il mio nulla osta. Ma io non possedevo le dieci mila, gliele vorrei dare adesso con gli interessi naturalmente…. E anche a quei figli di… del genio civile di Ariano Irpino per firmare una licenza edilizia se non mollavi 20.000 dopo 15 viaggi di 70 kl.

    Report

    Rispondi

  • giramondo15

    14 Luglio 2010 - 11:11

    Ti sbagli di grosso Valeria o Valerio, tutti noi che habbiamo votato Berluscone; E quanti ancora lo voteranno non sono nè ignoranti ne Parassiti e ne ricattatori!!! come voi tutti! Valerio o Vleria, ubik, toscanorosso, feltrone, barbaropb, yaaa, iena&mots, biri e il filosofo,Dek e tutti quei la pensano come voi e ci credo bene un motivo c´è? Perchè questo rospo non lo potete digerire. Avete visto i nostri ex Angeli e le condanne che gli hanno dato? ridcolo come sempre siete d´accordo?

    Report

    Rispondi

  • giramondo15

    14 Luglio 2010 - 10:10

    Questo grande crimale ha rovinato tante famigle; è complice della mala vita Italiana ha fatto comodo a tanti ex governanti del passato; che adesso sono tutti innoocenti, e puntano sempre chi gli sta dando, fastidio!Mi farebbe piacere se gli sequestrerebbero tutti i beni da lui acquistati, come avete fatto con tanti altri mafiosi (( Ma l´ex comandante dei Ros è stato l´alimento numero uno))

    Report

    Rispondi

  • z.signorini

    13 Luglio 2010 - 16:04

    Ma come si pertono quei depravati mentali di magistrati ad avere un tale grado di ignoranza. Perchè un cittadino si deve inchinare a qualche migliaio di imbecilli per farsi giudicare, quando hanno dimostrato di essere una categoria di corrotti delinquenziali? Perchè loro non sono giudicati dal popolo italiano per tutte quelle indecenze e vigliaccherie che fanno e hanno fatto?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog